ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

LA LOTTA SENZA ESCLUSIONE DI COLPI ALL’EVASIONE DEVE DIVENTARE UNA PRIORITÀ

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Economia - soldi - Euro - Monete - Congiuntura - Situazione
Nella foto: 

Trento 02 marzo 09
AgF Bernardinatti Foto

La banca dati dell’agenzia delle entrate (Anagrafe dei rapporti finanziari) consentirebbe di incrociare i milioni di dati posseduti (movimenti sui conti correnti, operazioni extra conti, fatture elettroniche ecc.) e individuare i probabili evasori.
La Corte dei Conti ha affermato che tale Anagrafe è largamente sottoutilizzata.
Secondo Repubblica ciò avviene perché “la linea del Garante della Privacy è quella di bocciare costantemente i piani dell’agenzia delle entrate per mettere in piedi le liste dei sospetti evasori: il Garante si oppone alla profilazione massiva dei contribuenti e ammette solo l’utilizzo della mega banca dati per integrare le indagini in corso”.
Quel che Repubblica omette di ricordare e che l’autorità garante della protezione dei dati è composta da 4 membri eletti nel 2012 a seguito di spartizione tra PD e PDL.
Come da prassi ormai consolidata, il PD ha fatto in modo che il presidente di un organo “imparziale” e di garanzia come il Garante fosse un proprio parlamentare (si vedano le analogie con la vicepresidenza del CSM).
Infatti, da 7 anni presidente dell’autorità è Antonello Soro, una vita nella DC, poi fondatore del PD (di cui è stato capogruppo alla Camera), parlamentare fin dalla XII legislatura, privo dei titoli di competenza in diritto o informatica necessari per essere componente dell’Authority (è infatti medico dermatologo), autore del libro dal titolo “Sono Partito Democratico”” (e ho detto tutto).
Vicepresidente è Augusta Iannini, già magistrato nominato capoufficio legislativo del Ministro della Giustizia Angelino Alfano nonché moglie di Bruno Vespa.
Proprio in questi giorni i membri dell’autorità sono giunti a scadenza e la musica deve cambiare.

Mattia Crucioli M5S
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Mentre tutta la sinistra e l’establishment finanziario-affaristico italiano ed europeo,

Alcool, prostituzione, sicurezza stradale, soste irregolari e abusivismo commerciale: il

Azzolina e Briatore: quante persone conoscete più diverse per storia

“Abbiamo dato un segnale molto importante oggi a tutte quelle

meloni

“Il caos regna sovrano nelle decisioni del Governo sulle norme

Livorno – Andrà in onda sabato prossimo 14 novembre, alle

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.