ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

La pandemia ha accentuato il divario Nord/Sud

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
figli

Sono solo anticipazioni della relazione che sarà presentata martedì al governo e al parlamento del Consiglio nazionale dell’Economia e del lavoro, sui livelli e la qualità dei servizi erogati dalle amministrazioni pubbliche. È un rapporto sconvolgente. La pandemia ha accentuato il divario Nord/Sud. È aumentata la povertà e gli effetti della crisi si avvertono drammaticamente nel Sud. Basti pensare soltanto alla didattica a distanza dove 470 mila ragazzi del Sud non possiedono un computer o un tablet in casa. Che paese è un paese dove le diseguaglianze sociali camminano di pari passo con quelle territoriali? Perché a Napoli si può vivere fino a 10 anni in meno rispetto a Milano? Perché sulla sanità la spesa procapite è 2.255 euro a Bolzano e 1.725 euro in Calabria? Perche’ hanno investito solo al Nord nei servizi sociali, nella scuola, nell’Università? Perché in Campania meno di 9 bambini su 100 trovano posto in un asilo nido pubblico? Perché? Non solo non è giusto ma appare evidente che se non si riduce questo squilibrio Nord/Sud non ci sarà ripresa per l’intero Paese. Non ci sarà nessuna locomotiva del Nord.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Per chi avesse lo scrupolo di ascoltare gli interventi dei

A maggio 2019 in Lombardia si sono registrati 51.650 infortuni

Al 30 aprile 2019 sono 513.912 gli abitanti di Torino

C’è un vero e proprio linguaggio dei detenuti. Un codice,

Avere la sindrome di Asperger “è un super potere”. L’attivista

LA SPEZIA – Una banda di rapinatori di banche dell’Alta

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.