ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

La Puglia azzera il Digital divide infrastrutturale

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
digitale

La Puglia è la prima Regione italiana a ultimare le attività che consentono di azzerare il digital divide per questioni infrastrutturali. Si è infatti concluso in questi giorni il piano di copertura in banda ultralarga attraverso la rete FTTx (ovvero con tecnologie FTTC fino a 200 Mbps e FTTH fino a 1 Gigabit/s) da parte di TIM che tocca il 99,4% delle famiglie che utilizzano la rete fissa mentre il restante 0,6% viene coperto attraverso connessioni ultrabroadband FWA o satellitari. Si tratta di un risultato storico che permette a cittadini e imprese pugliesi di accedere alle tecnologie di ultima generazione nonostante i problemi dettati dalla fase emergenziale legata alla pandemia. A oggi sono stati realizzati interventi infrastrutturali in circa 200 Comuni pugliesi per costruire nuove reti o ammodernare e ampliare quelle esistenti al fine di poter spegnere la rete in rame (RTG) e migrare completamente tutta la connettività su rete a banda larga.

Fonte: Regione Puglia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Il divieto è previsto dal regolamento di Polizia Urbana che,

Falsi allarmi vipere in città, la Polizia locale della Città

Desidero ringraziare le forze dell’ordine e la magistratura per l’operazione

erdogan

L’Europa gliel’ha lasciata fare. Lo ha riempito di soldi, nella

L’ultimo decreto del Governo con lo stop degli spostamenti e

BIGLIETTI CANCELLATI A BREVE DISTANZA DA PRENOTAZIONE CON LA SCUSA

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.