La scissione di Matteo Renzi e la nascita del suo nuovo partito non sono un problema che riguarda solo la sinistra

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
66615183_10157457620208817_570994809418809344_n

Per la prima volta Forza Italia rischia di dover competere nell’area dei moderati con un soggetto politico guidato da un leader di grande visibilità e proveniente da una tradizione diversa. Se è stato facile, in passato, fronteggiare analoghe operazioni nate nel nostro mondo, adesso dobbiamo porci il problema.
Senza una forte ripresa d’iniziativa, senza segnali di vitalità e rinnovamento, all’Opa ostile portata avanti per mesi da Lega e FdI potrebbero aggiungersi gli effetti della “scalata” renziana. Personalmente non ritengo che ci siano rischi a breve per la legislatura: il tempo per reagire dunque c’è.
Ai miei colleghi di Forza Italia dico: ricominciamo a fare politica e a dare speranze ai milioni di italiani che per venticinque anni hanno guardato a noi come principale riferimento dell’area moderata.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Dopo sei giorni dal primo soccorso, gli 82 naufraghi a

I fondi regionali per diminuire gli incidenti stradali sono stati

Napoli – “esprimiamo la più sentita solidarietà al consigliere regionale

Per celebrare degnamente la ricorrenza della giornata dell’insegnante ho partecipato

Onorevole Luigi Marattin, Italia viva insiste sull’abolizione della sugar tax,

La Regione finanzierà un progetto per creare una rete dei

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.