ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

La strage di via D’Amelio è uno dei capitoli più dolorosi della nostra storia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
capaci

Dopo neanche due mesi dalla bomba che fece saltare in aria l’autostrada a Capaci, un altro ordigno uccise il magistrato antimafia Paolo Borsellino e con lui i componenti della sua scorta

Agostino Catalano, Eddie Walter Cosina, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli e Claudio Traina.
La mafia credeva che uccidendo uomini come Falcone e Borsellino avesse vinto. E invece era solo l’inizio della loro fine. Lo Stato ha reagito perfezionando una normativa per contrastare il fenomeno mafioso, agendo sul welfare e sul piano sociale.
Con la decisione della Commissione Antimafia di desecretare documenti acquisiti nel corso di inchieste svolte dal 1963 al 2001, il Parlamento sta portando avanti un prezioso lavoro, partendo proprio dalle audizioni del giudice Borsellino.
Tuttavia, la criminalità organizzata è tutt’altro che sconfitta. La mafia si ripresenta di continuo con volti e forme diversi, in maniera sempre meno “tradizionale” e cinematografica, ma non per questo meno pericolosa.
Ognuno di noi è chiamato ogni giorno a rinnegare il fenomeno mafioso e la mentalità mafiosa in ogni piccolo gesto e scelta quotidiana. Solo così si sconfigge la mafia definitivamente.
Commemorare uomini come Paolo Borsellino deve significare far seguire i fatti alle parole, altrimenti non si onorerà mai veramente la sua memoria e quella delle persone come lui che hanno forgiato lo Stato italiano. Non dimentichiamolo mai.

Andrea Caso

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

violenza

Due marocchini di 24 e 25 anni sono stati arrestati

SACILE (PN) – Promuovere il valore turistico di Sacile e

I portavoce liguri eletti del Movimento 5 Stelle chiedono, in

nave

La nave di Open Arms ha soccorso nel pomeriggio dell’ultimo

#questuradiroma #essercisempre #poliziadistato 3685 identificati, 5 arrestati, 13 denunciati in

Appuntamenti 1-6 luglio Cabaret di fiume alla Casa delle Acque,

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.