LAVORATORI STAGIONALI DEL TURISMO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
turismo

La settimana che sta per iniziare è una settimana molto importante per i lavoratori che operano nel settore del Turismo.

È ormai noto che i lavori stagionali vivono da anni nella precarietà, con nessuna garanzia lavorativa e, grazie all’eliminazione della Disoccupazione Ordinaria, mesi dell’anno non hanno un’entrata. Questo ha ulteriormente, anzi direi definitivamente, demotivato i nostri giovani a svolgere il lavoro stagionale. È impensabile, che l’Italia, il paese del turismo, abbia sancito con l’introduzione della NASPI, l’inizio della fine del lavoro stagionale.

Oggi si può dire che un passo avanti è stato fatto, è stato votato e approvato in commissione attività produttive della Camera, un emendamento a mia prima firma che prevede l’impegno da parte del Governo del Cambiamento ad attenzionare tale problematica, affinché si arrivi ad una reale risoluzione della stessa.

Sono soddisfatta del risultato che abbiamo ottenuto dopo vari confronti avuti, insieme al Senatore Sergio Puglia, con le associazioni di categoria e lavoratori, poiché ora questo emendamento è parte integrante del Disegno Delega del Turismo, il quale, è in fase di approvazione alla Camera dei Deputati.

Teresa Manzo.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Sarà ancora una volta l’entusiasmo dei giovani del Palio dei

La manovra prefigurata dal governo “non cambia nulla, sarà un

Dagli elementi a disposizione è emerso che rispetto allo scorso

Giuseppe Conte al lavoro sul discorso con cui lunedì chiederà

Il faro del MoVimento 5 Stelle è il rispetto delle

Prato – Un viaggio nell’arte visiva in compagnia di Maurizio

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.