Le Istituzioni umbre su Scherzi a parte

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
generico

La proposta di candidare Romizi appena riconfermato sindaco di #Perugia alla presidenza della Regione non può che essere una burla, una battuta estiva. Forse siamo su Scherzi a parte.

Se così non fosse il suggerimento o cela le mire personali dell’ex assessore Calabrese, ideatore della sconclusionata proposta, o si tratta dell’ennesimo sintomo delle profonde divisioni di un centrodestra che dopo la faticosa composizione della Giunta comunale non solo non è capace di trovare un equilibrio per governare ma è ancora in preda a una battaglia senza esclusione di colpi per decidere chi comanda. E di certo chi comanda non è Romizi.

In ogni caso una proposta del genere, a distanza di poche settimane dalle elezioni Comunali, è offensiva non solo nei confronti della Città ma anche degli stessi elettori che hanno scelto Romizi e dimostra lo scarsissimo rispetto per le istituzioni che hanno i partiti di destra.

La timida smentita del sindaco non scioglie i dubbi. Speriamo che sia confermata con più forza. Cerchiamo per una volta di essere seri, anche quando si scherza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Il voto degli iscritti del MoVimento 5 Stelle sulla piattaforma

La Leopolda non è il Papeete. Matteo Renzi replica così

Sondaggio sulle piccole imprese: il 20% valuta tagli al personale,

In un periodo come quello che sta vivendo l’intero Paese,

NAPOLI – “Come risultato il secondo posto del Napoli può

Apro i giornali a proposito della Whirlpool e noto che

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.