LE MANI DELLA CAMORRA SULL’OSPEDALE SAN GIOVANNI BOSCO, EMERGENZA CRIMINALITÀ NELLA SANITÀ E IN REGIONE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
65196050_456820861771002_7517176186661765120_n

L’inchiesta della Procura di Napoli ha svelato l’influenza ed il controllo dei clan camorristici sul funzionamento dell’ospedale. I settori maggiormente influenzati erano quelli delle assunzioni, degli appalti e le relazioni sindacali.
Ancora una volta la politica messa in campo dal governatore della regione Campania Vincenzo De Luca rende terreno facile alle infiltrazioni camorristiche e al malaffare.

Di certo il primo responsabile della sanità in Campania dovrebbe rispondere di quanto sta accadendo negli ospedali della nostra regione.
Bisogna accendere i riflettori sulle relazioni pericolose che stanno avvelenando la Regione Campania nel settore sanitario. Dopo lo scandalo delle ambulanze utilizzate per il corteo elettorale del delfino di De Luca, Franco Alfieri, a Capaccio Paestum, ora una nuova vergogna Nazionale.

È arrivato il momento di spodestare De Luca: il suo regno di potere sta mettendo in ginocchio tutti i servizi essenziali per i cittadini. Dovrebbe avere la decenza di dimettersi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Il bilancio dei servizi svolti, sul piano della prevenzione e

Mentre Salvini si congratula con Trump per l’attacco terroristico ingiustificabile

“Dodici anni per salvare il pianeta. Questo era il tempo

Una nuova iniziativa ha preso il via in provincia di

Trevisi (M5S): “Puntare sulle comunità dell’energia e sul reddito energetico”

Onorevole Bersani, Piacenza piange come mai nella sua storia… “È

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.