ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Linea ferroviaria Potenza-Foggia, M5s presenta interrogazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
treno

Leggieri, Perrino e Carlucci chiedono di conoscere nel dettaglio lo stato di avanzamento dei lavori e la presumibile data di conclusione e consegna degli stessi

“Abbiamo preso atto con grande soddisfazione che nell’elenco delle opere strategiche del Decreto Semplificazioni, approvato dal Consiglio dei Ministri nei giorni scorsi, sono stati inseriti diversi importanti interventi che riguardano le infrastrutture ferroviarie della nostra Basilicata: la realizzazione della Ferrandina-Matera-La Martella e il potenziamento tecnologico e interventi infrastrutturali sulla linea Taranto-Metaponto-Potenza-Battipaglia. Per questi progetti il Decreto Legge Semplificazioni prevede il commissariamento per velocizzare il completamento delle infrastrutture”. Lo affermano i consiglieri regionali del Movimento 5 stelle, Gianni Leggieri, Gianni Perrino e Carmela Carlucci.

“Quello che viviamo – proseguono i consiglieri – potrebbe essere un momento storico fondamentale per lo sviluppo della nostra regione, che dipende inesorabilmente dalla creazione di infrastrutture moderne che connettano in maniera rapida il nostro territorio con il resto dell’Italia e con l’Europa. Tra le opere infrastrutturali fondamentali a raggiungere tali obiettivi c’è senza dubbio anche la linea ferroviaria Potenza-Foggia. Questo importante tratto ferroviario, che collega il capoluogo di regione con la città dauna, entrambi nodi della linea Alta Velocità, e l’area industriale di San Nicola di Melfi, è oggetto di due sottoprogetti: S1 – Interventi prevalentemente di tipo tecnologico di adeguamento e razionalizzazione impianti; S2 – Elettrificazione, rettifiche di tracciato, soppressione PL, consolidamento sede. Per l’intero progetto relativo all’ammodernamento della Linea Ferroviaria Potenza-Foggia sarebbe previsto un costo di intervento pari a 283 milioni di euro, di cui finanziati 213 milioni di euro. In riferimento al sottoprogetto 1, sarebbe prevista come data di inizio e di fine dei lavori, rispettivamente il 28.08.2014 e 30.06.2020; mentre, in riferimento al sottoprogetto 2, sarebbe prevista come data di inizio e di fine dei lavori, rispettivamente il 26.12.2020 e il 29.05.2024”.

“Vogliamo ricordare- aggiungono ancora Leggieri, Perrino e Carlucci – che una linea ferroviaria moderna potrebbe contribuire al rilancio turistico dell’area nord, dove troviamo i Laghi di Monticchio, i Castelli Federiciani, le città d’arte di Melfi e Venosa, oltre che a decongestionare una delle arterie più trafficate e pericolose della regione, la SS 658 Potenza-Melfi, divenuta tale a causa anche del depotenziamento e della soppressione di importanti presidi come il Tribunale di Melfi. Monitorare costantemente lo svolgimento di questi lavori è estremamente importante, pertanto – concludono — abbiamo presentato un’interrogazione per conoscere nel dettaglio lo stato di avanzamento dei lavori e la presumibile data di conclusione e consegna degli stessi”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

La produzione di cibo dipende dall’acqua e dall’energia, e l’energia

L’istruzione lombarda funziona e pure molto bene se guardiamo i

È morto nella notte nella “sua” Torino Giampiero Boniperti, presidente

Roma- “E’ importante che superata l’emergenza sanitaria tutte le forze

La Supercoppa Juventus-Napoli si giocherà il 20 gennaio al Mapei

Nuova Alitalia, caos biglietti, Assoutenti: diritti dei passeggeri siano tutelati

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.