L’Italia muore di fame! Coronavirus, 1 milione di nuovi poveri

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
poverta                                     70435522_2439733162729587_7028996404068483072_n

Secondo una stima della Coldiretti, effettuata sulla base di coloro i quali hanno beneficiato degli aiuti alimentari, è aumentato di oltre un milione il numero delle persone che non hanno di che sfamarsi. Caritas e Banco Alimentare registrano un aumento del 40% delle richieste con picchi anche superiori in alcune zone del Paese. Le maggiori criticità sono in Campania (20%), Calabria (14%), Sicilia (11%), Lazio (10%) e Lombardia (9%). 3,7 milioni è il nuovo numero di poveri in Italia, prodotto di settimane di blocco del sistema economico-produttivo. Dietro questo numero ci sono persone che hanno perso il lavoro e non possono lavorare in smart working, persone con contratti a tempo determinato, o che lavoravano saltuariamente, piccoli commercianti o artigiani che hanno dovuto chiudere, persone che non godono di aiuti pubblici o sussidi e non hanno risparmi.

Si tratta di una emergenza sociale senza precedenti dal dopoguerra. Tra i centri di distribuzione dei pacchi alimentari e le mense solidali si vedono tanti volti nuovi, che mai prima di adesso si erano trovati in condizioni così problematiche. I volontari raccontano che arrivano numerose chiamate di madri e padri che non sanno come sfamare i propri figli e si vergognano di trovarsi in questa difficoltà. Aumenta il numero di persone che contribuiscono attraverso donazioni: più di un terzo (36%) lo ha fatto con donazioni via web, il 17% ha usato il telefono, mentre 1 italiano su 4 (25%) si è preoccupato di fare la spesa per anziani e disabili mentre una fetta altrettanto importante della popolazione pari al 24%.

Anche all’interno dei carceri le persone reagiscono mobilitandosi prontamente. “La repubblica” racconta l’iniziativa solidale del carcere di Bollate. I detenuti hanno raccolto le loro il possibile e lo hanno donato alla Protezione civile: 1.405 euro e 200 chili di prodotti al Banco alimentare lombardo.
Aumenta la povertà e grazie agli italiani aumenta il numero di attività solidali. E il governo? Ah già. Anche il governo porta il proprio contributo alla Nazione con aumenti: aumenta il numero di promesse non mantenute, di chiacchiere, di task force speciali che contano oltre 450 esperti, di autocertificazioni, di continue revisioni dei Decreti…                                                                                                                 fonte https://www.ilparagone.it/senza-categoria/litalia-muore-di-fame-coronavirus-1-milione-di-nuovi-poveri/?fbclid=IwAR2e7xNpHcrRq56WsZqkKyl6QwCgTEc9Lry2WcitphoqCNBbg9_ivlRvFQg

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Dunque, ricapitolando. L’Innominabile, che anziché abolire il Senato voleva abolire

La gestione della crisi #Whirlpool da parte del Movimento 5

Quasi 106 milioni di euro. Tanti sono i soldi che

Oppure ascoltiamo musica “rubata”, oppure giochiamo a videogames scaricati illegalmente,

ROMA – Una disavventura a lieto fine quella accorsa ieri ad

“Sempre Insieme #iononliabbandono” è tornata anche quest’anno la campagna di

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.