ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

L’Italia si avvia a non avere più zone rosse

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
italia

L’Italia si avvia a non avere più zone rosse. Con l’approdo dell’Abruzzo in “arancione” nelle prossime ore (anche se il passaggio deciso per domani da Marsilio è un ‘caso’, con fonti di governo che invitano ad aspettare mercoledì) , il Paese entra in una nuova fase: nessuna regione è più in lockdown stretto. E con la ripartenza di negozi e centri commerciali che riaprono ovunque, entra nel vivo lo shopping delle feste a ridosso del Natale. Se con il ritorno al giallo di Emilia Romagna, Friuli, Marche Puglia e Umbria i bar tolgono i sigilli ai tavolini, in Campania, Toscana, Alto Adige, Abruzzo e Bolzano i negozianti rialzano dopo settimane le saracinesche grazie al passaggio all’arancione. Con cinque nuove regioni gialle (in tutto sono ora undici, oltre alla provincia di Trento) hanno riaperto – secondo i dati della Coldiretti – oltre 72mila tra bar, ristoranti, pizzerie e agriturismi. Sono comunque ancora circa la metà (47%) gli esercizi commerciali di questo tipo ancora chiusi in Italia, nelle zone rosse e arancioni, per un totale di circa 170mila locali. Resta il ‘caso’ Abruzzo, dove a differenza delle altre regioni è stato lo stesso presidente Marsilio a firmare in queste ore il passaggio di colore dopo “aver avvisato il ministro Speranza”. Il Governatore aveva lui stesso sottoscritto un’ordinanza per entrare in zona rossa lo scorso 18 novembre ed ora ha annullato di fatto quel provvedimento con quello nuovo. Ma fonti di governo hanno precisato che “la cabina di regia che monitora i dati di tutte le regioni ha riconosciuto questa anticipazione che avrebbe potuto portare alla zona arancione nella giornata di mercoledì. La scadenza dei 21 giorni è però prevista per mercoledì, non per lunedì. Quindi non c’è avallo su questa ulteriore anticipazione”. Ma dall’Abruzzo si conferma il cambiamento di colore per domani. In ogni caso si allentano le maglie, ma l’allerta, segnalata dallo stesso Comitato Tecnico Scientifico, sale più di prima.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

La raccolta ha superato i 500mila euro, servono fondi per

GENOVA – Si aprono nuovi scenari sull’inchiesta relativa al crollo

Durante il primo luglio scorso, in occasione del 22mo anniversario

boccia

Il senso principale di questa giornata è la vicinanza del

Si è svolto ieri  mattina, a Palazzo Chigi, l’incontro tra

Una terra generosa, mossa da uno spirito pionieristico, piena di

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.