ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

LO SCIPPO GRILLINO DEI SOLDI PER I CAREGIVER

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
cangini

Uno scippo che prelude a una guerra tra poveri. Con un emendamento a prima firma Guidolin, il 24.01, presentato in Senato al Cura Italia, il Movimento 5stelle prevede un bonus di 600 euro per due mesi finalizzato al pagamento di servizi di assistenza domiciliare riservato ai lavoratori che beneficiano della legge 104 e sono pronti a rinunciare ai 12 giorni di permesso che gli spettano. Sembra un favore alle cooperative, ma andrebbe comunque bene. Se non fosse che la misura è finanziata con i soldi del fondo riservato ai caregiver familiari, che peraltro in buona parte non lavorano dovendosi occupare h24 dell’assistenza di familiari non autosufficienti. Una grave ingiustizia, che spero sia ritirata. Quell’isolamento sociale e quelle privazioni materiali che noi tutti stiamo patendo in questa fase, i caregiver li vivono normalmente. Per questo ho presentato un emendamento, il 30.0.2, che li equipara alle partite IVA riservandogli 600 euro al mese per due mesi: confido che tutte le forze politiche siano pronte a farlo proprio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

fedriga

Spostare il coprifuoco dalle 22 alle 23, le Regioni sono

meluzzi

“L’interruzione delle cerimonie religiose nelle chiese è fondamentalmente un errore.

A cura di Charlotte Cotton Direzione scientifica di Gabriella Belli,

cangini

Già definirla “riforma” è una forzatura. Da che mondo è

AK-47 Kalashnikov, fucile d’assalto Di Gordon L. Rottman Traduzione di

La candidata pro-Unione Europea di centrodestra Maia Sandu, 48 anni,

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.