L’OBBLIGO DELLA TRASPARENZA VALE ANCHE PER MATTEO SALVINI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
120430793_3551246594898470_5800357180222419242_n

Dopo l’inchiesta giornalistica sugli opachi maneggi di denaro in casa Lega trasmessa nella puntata di ieri di “Presa Diretta”, un dirigente politico nazionale degno di questo nome e all’altezza del suo ruolo avvertirebbe il dovere di dare spiegazioni alla pubblica opinione e a questo scopo chiederebbe di poter subito riferire sulla vicenda in Parlamento.
Questo è il minimo che devi fare se viene documentato (documentato, non ipotizzato) che centinaia di migliaia di euro di fondi del tuo partito sono stati usati, mentre tu eri segretario della Lega nonché ministro dell’interno e vicepremier, per acquistare una villa in Sardegna. Tra l’altro facendo percorrere al denaro torbidi itinerari. Non sappiamo quali saranno gli effetti penali della vicenda: siamo e restiamo garantisti e fiduciosi nell’operato della magistratura.
Ma quando emergono fatti del genere (fatti, non illazioni) l’obbligo della trasparenza viene prima di ogni altra cosa. Questa regola vale anche per Matteo Salvini.

Dario Parrini

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

E morta, all’età di 57 anni, l’attrice Kelly Preston, moglie

Secondo l’ultimo rapporto Inail, nei primi sette mesi dell’anno sono

Il vero problema è che il Governo non ha ancora

Qualcuno sta cercando di modificare il DNA di Genova, città

Demenze in Calabria, lettera aperta della presidente “Ra.Gi.”, Elena Sodano,

Una Relazione molto interessante, da rileggere con attenzione, che sprona

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.