L’Ue si doterà di nuove armi per contenere i giganti del Web

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
google

ll commissario europeo per il mercato interno Thierry Breton, in un’intervista al FT, ha dichiarato che le società della Silicon Valley sono diventate “troppo grandi per preoccuparsene” e che la Ue deve pensare a nuovi provvedimenti, la possibilità di esclusione dei grandi gruppi tecnologici dal mercato unico.

L’UE vuole dotarsi di nuove e potenti armi per contenere i giganti del Web, diventate troppo grandi e con una posizione dominante sui mercati, che minaccia i concorrenti minori e la tutela dei clienti. Lo ha detto il commissario europeo Thierry Breton, in una intervista al Financial Times.

L’Europa sta lavorando a nuove regole e a un nuovo sistema di controllo basato su uno sforzo collettivo tra i governi nazionali e l’UE.

“Abbiamo bisogno – ha puntualizzato – di una migliore supervisione per queste grandi piattaforme, come abbiamo fatto di nuovo nel sistema bancario” dopo la crisi finanziaria.

Le proposte sono in fase di definizione e una volta concordate dovranno essere discusse in Consiglio e in Parlamento Europeo. Il progetto di legge sarà pronto entro l’anno, ha detto Breton.

In Italia le piccole e medie imprese pagano doppio rispetto a giganti web
Le nuove disposizioni aumenteranno i poteri di controllo di Bruxelles sulle aziende tecnologiche, aumenteranno le tutele della privacy degli utenti, vigilando sulla raccolta dei dati e il loro utilizzo, in seguito alle preoccupazioni sollevate da ricercatori indipendenti. I provvedimenti saranno tesi creare un level playing field per salvaguardare le piccole aziende dalla posizione dominante sul mercato dei giganti del web, che potrebbero essere costretti a smantellare o vendere rami delle loro attività europee. In circostanze estreme i provvedimenti potrebbero includere la possibilità di escludere del tutto i grandi gruppi tecnologici dal mercato unico, fa sapere il commissario unico.

Inoltre Bruxelles pensa a un sistema di rating che permette al pubblico e alle parti interessate di valutare le società rispetto alla conformità fiscale e ai contenuti delle piattaforme. Non verrà invece tolta l’esenzione di responsabilità.

“Il porto sicuro dell’esenzione di responsabilità rimarrà – ha detto – È qualcosa che è accettato da tutti”.

Le direttive europee sull’e-commerce sono state adottate nel 2000 quando la maggior parte degli attori non esistevano e le piattaforme non erano così diffuse. L’8 settembre si sono concluse le prime consultazioni sulla Legge Unica digitale (Digital Single ACT – DSA) e sulla concorrenza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

La terza sezione del Consiglio di Stato ha proposto, nella

Nelle ultime settimane, come noto, il Cile è stato investito

Ciò che sta accadendo in queste ore nel MoVimento 5

“Lo avevamo detto e lo ribadiamo, le gare per le

Grazie alle nuove terapie, per le persone con HIV è

Faccio i miei più grandi complimenti, oltre ad un grosso

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.