Luminose stelle, antiche pietre e cieli blu notte

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Discovered during peat cutting in the 1940s the site at Beaghmore consists of 7 stone circles. All of the rings are associated with cairns and a stone row runs towards these cairns. It is possible that Neolithic occupation and cultivation preceded the erection of burial cairns and ceremonial circles and alignments: some irregular lines and heaps of boulders resembling field-fences or field-clearance may predate the ritual structures.

Straordinaria Irlanda del Nord: le antiche pietre dei famosi Beaghmore Stones Circles e i cieli più bui di tutta l’isola, dove le stelle sembrano vicinissime

Le misteriose testimonianze dell’età del bronzo ai piedi delle Sperrin Mountains e la scintillante coltre del cielo notturno sopra la foresta di Davagh: la combinazione di queste meraviglie racchiude in sé l’anima gigantesca dell’Irlanda del Nord, regalando la sensazione di entrare in sintonia con la terra e il cielo, il passato e il presente, storie antiche e misteri senza tempo.

I preistorici Beaghmore Stone Circles e il nuovissimo OM Dark Sky Park and Observatory, nella contea di Tyrone, sono infatti molto vicini e condividono la magia di essere sotto lo stesso frammento di cielo: uno dei più bui dell’isola di Irlanda.

Uno dei fattori che rende così importanti i monumenti di pietra di Beaghmore Stone Circles è la sua stupefacente geometria, con una disposizione che integra perfettamente sette cerchi di pietra di varie dimensioni (sei dei quali sono abbinati),  dodici tumuli di pietre e dieci file di monoliti. Uno dei cerchi, inoltre, è particolarmente insolito e con le sue 800 pietre più piccole poste in posizione verticale all’interno del perimetro è diventato molto famoso, guadagnandosi il nome di “Cerchio dei denti del drago”.

Spesso chi visita il sito rimane incantato anche dai racconti di una persona del luogo che conosce incredibili storie legate alle sue pietre, capaci di far vivere un vero e proprio viaggio nel passato, fino all’epoca in cui si misurava il tempo con il sole, le stelle e i pianeti.

In spazi come questo si ha la sensazione di connettersi con l’Irlanda più antica e di trovarsi nella condizione ideale per riflettere su misteri eterni, scoprendo miti e sue leggende e avendo la possibilità, inoltre, di varcare la soglia di un altro luogo straordinario come l’OM Dark Sky Park and Observator per ammirare il cielo notturno attraverso la guida esperta di un astronomo.

Dotato di tecnologia all’avanguardia, l’osservatorio astronomico, che prende il nome dal suono dell’universo, permette di contemplare nelle ore notturne, in modo pressoché perfetto e senza il minimo inquinamento luminoso, la volta celeste proprio come accadeva in questo luogo fantastico migliaia di anni fa.

E con particolari installazioni olografiche, cuffie per la realtà virtuale e coloratissimi pannelli di interpretazione accessibili e altre attività interattive, oltre a osservare il cielo notturno, è possibile anche esplorare con grande semplicità il sistema solare.

Al calar della sera, il tetto retrattile si apre e il sofisticato telescopio dell’osservatorio entra in funzione catturando le immagini che vengono condivise su grandi schermi attorno al centro.

Dai nitidi dettagli della superficie lunare ai pianeti lontani, le immagini sono letteralmente mozzafiato e l’osservatorio si trasforma in un magico spettacolo di luci.

È un’esperienza veramente fuori dal comune, che attiva una speciale connessione tra l’era digitale, l’età del bronzo e la natura circostante, creando un’autentica immersione nel profondo misticismo di questa regione dell’Irlanda del Nord.

E al termine di questo bellissimo percorso di storia e di stelle ci si può far sedurre ancora dalla notte attorno a un fuoco all’aperto o attraverso la copertura trasparente di una delle soluzioni glamping style, presenti a pochi metri di distanza dai misterioso cerchi di pietre e dall’osservatorio.

www.irlanda.com

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

CERISCIOLI: “CRESCONO LE RELAZIONI CON LA CINA CHE RINNOVA L’INTERESSE

Possono partecipare hobbisti e professionisti BRA – C’è tempo fino

I fondi nazionali sono statri assegnati per interventi finalizzati a

PORDENONE – Sono riprese dal 7 aprile la prima domenica

È di 2,1 milioni di euro lo stanziamento per la

Partiamo da un punto. Federico Conte è un avvocato penalista

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.