Maltrattata ed abusata per oltre un anno: arrestato cittadino pakistano residente a Trieste

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
violenza

Nel pomeriggio dello scorso venerdì 23 agosto, gli agenti della Squadra Mobile di Trieste hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un cittadino pakistano residente in città, indagato dei delitti di violenza sessuale aggravata, maltrattamenti contro familiari e conviventi, lesioni personali aggravate, percosse e maltrattamenti di animali.
Le indagini sono iniziate a seguito della denuncia fatta dall’ ex fidanzata che, dopo anni di vessazioni e maltrattamenti, sfociati anche in episodi di violenza sessuale, ha trovato il coraggio di raccontare tutto, dopo un’iniziale ritrosia dovuta alla paura nei confronti del compagno che non solo la minacciava di morte, ma che era solito procurarsi atti di autolesionismo per ingenerare nella vittima sensi di colpa.
Anche i gatti della donna erano oggetto di violenza dell’uomo che spesso li colpiva con calci e pugni.
A convincere definitivamente la compagna, l’ultimo arresto disposto dagli agenti della Squadra Volante nei confronti dell’indagato, il 13 agosto scorso, per aver violato la misura del divieto di dimora a Trieste e per essersi introdotto abusivamente all’interno dell’abitazione della vittima, dopo averne forzato la porta d’ingresso.
In quella circostanza, il pakistano aveva tentato di aggredire gli agenti intervenuti, minacciando il vicino di casa che aveva allertato le Forze dell’ordine.
E’ proprio a seguito dei reiterati comportamenti raccontati, che il Giudice per le Indagini Preliminari ha emesso nei confronti dell’indagato la misura della custodia cautelare in carcere, notificata allo stesso presso la locale Casa Circondariale ove si trovava già ristretto a seguito del menzionato arresto in flagranza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Dunque, l’annunciata “abolizione della povertà”, ossia il Reddito di cittadinanza,

Buon inizio da parte del Presidente del Consiglio. In Parlamento

Il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, ha partecipato, a

Sgalla (Cgil Umbria): “Basta furbizie, fermare tutte le attività non

Resta il gelo tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini. Il

Mercoledì prossimo il governo certificherà che il deficit previsto per

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.