Meloni: “E’ bello essere una donna di destra, c’è più rispetto e vince il merito”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
meloni

Dalle questioni altoatesine a quelle nazionali, è una Giorgia Meloni a tutto campo quella che parla al “Corriere dell’Alto Adige” anche del ruolo della donna in politica. E della destra italiana che è più rispettosa del ruolo femminile rispetto alle chiacchiere della sinistra.
La Meloni contro i secessionisti dell’Alto Adige

“È stato vergognoso che alcune forze politiche secessioniste abbiano approfittato dell’emergenza coronavirus per riaccendere rivendicazioni indipendentiste e lanciare messaggi anti-italiani, ricorrendo a iniziative come i fuochi sulle montagne dell’Alto Adige che risvegliano fantasmi del passato e riaprono pagine buie della storia”. Nella sua intervista a ‘Il Corriere dell’Alto Adige‘, la leader di Fratelli d’Italia attacca gli opportunisti.

“Allo stesso modo non ci sono piaciute alcune dichiarazioni del governo austriaco, che ha tentato di portare avanti la sua politica da ‘Stato protettore’ dell’Alto Adige quando ha annunciato la riapertura dei confini in modo selettivo, – aggiunge Meloni – ovviamente con la complicità del governo provinciale di Bolzano. L’Italia è una e indivisibile e noi continueremo a sostenerlo, chiedendo al Governo di difendere l’interesse nazionale italiano”.
Meglio votare a fine settembre

In merito alle elezioni Meloni afferma che “per noi si poteva votare anche a luglio, sarebbe bastato saperlo in tempo. Ma ora che non è più possibile farlo, abbiamo chiesto in Parlamento di non votare prima del 27 settembre, per evitare ad esempio di mettere definitivamente in ginocchio il turismo con la campagna elettorale. Ma al Pd e ai Cinquestelle non è interessato nulla, perché loro si preoccupano solo dei giochi di palazzo“.
Una donna alla guida del centrodestra

“Io unica leader donna? Dobbiamo essere due volte brave. Mi sono sempre confrontata con i miei colleghi uomini senza problemi. Credo in una società dove uomini e donne, con le loro differenze e peculiarità, siano alleati e non nemici. – aggiunge ancora Meloni – Sembrerà strano ma la verità è che c’è molto più rispetto per le donne a destra che a sinistra, che spesso utilizza la questione femminile strumentalmente e per fare propaganda. Non è un caso che io sia l’unico segretario di partito donna in Italia. Ricopro questo incarico grazie al mio lavoro e ho la fiducia degli uomini e delle donne di Fratelli d’Italia per le mie capacità, non per il mio sesso. A destra è il merito a fare la differenza”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Nuovo sciopero di 4 ore nelle autostrade i prossimi 25

Sabato, durante la puntata di In onda estate, prima che

“Se Andrea Scanzi fosse un mio erede non mi dispiacerebbe

Non è infrequente assistere a diverbi fra operatori delle forze

Udine – “Il Festival Musica cortese va a comporre quel

Rallentamento dell’economia lombarda: l’autonomia non è la soluzione. La Cgil

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.