Meloni: “Governo spalanca i porti mentre in Italia migliaia di imprese hanno già chiuso”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
meloni

“Impietosi i dati Frontex-Ministero dell’Interno: l’emergenza Covid ha fatto diminuire gli arrivi illegali di immigrati verso tutta Europa, con la sola eccezione dell’Italia. Nel 2020, infatti, è triplicato il flusso via mare attraverso il Mediterraneo centrale (con Tunisia e Libia come porti di partenza) e si sono intensificati anche gli arrivi via terra sulla rotta balcanica. Dati che parlano da soli e sono il risultato della furia immigrazionista del Governo giallorosso, che spalanca i porti mentre in Italia decine di migliaia di imprese hanno già chiuso (e altrettante rischiano lo stesso destino) e sempre più famiglie scivolano sotto la soglia della povertà. Conte, Di Maio, Zingaretti e Renzi devono andare a casa: Fratelli d’Italia continua a raccogliere le firme a sostegno della presentazione in Parlamento della mozione di sfiducia al Governo. E lo straordinario consenso che abbiamo raccolto conferma che gli italiani chiedono libere elezioni e vogliono dare all’Italia un governo che difenda i suoi cittadini, le sue famiglie, le sue aziende”. Lo scrive sulla propria pagina Facebook la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

‘Torino a Cielo Aperto’ è il ricco cartellone di eventi

Un centinaio di tunisini che sono arrivati nei giorni scorsi

“L’Italia non si può arrendere, abbiamo perso troppe chance sulla

“La giornata di oggi, con lo sciopero dei call center

“Quando Sala fu eletto sindaco di Milano, sia pure con

Domenica 21 luglio, nell’ambito del programma Film Opera di Caleidoscopio

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.