Meno paura e meno ansia e più attenzione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
covid

A cosa sono dovute queste forti oscillazioni giornaliere nel numero di contagi? Il calcolo giorno per giorno non ha tanto senso, e risente del numero di tamponi fatti, che il sabato e la domenica sono meno. Dobbiamo considerare una media settimanale ponderata, e se lo facciamo, vediamo che la curva è in costante decremento.

Si danno ogni giorno il numero di nuovi contagiati, ovvero soggetti positivi a Covid, ma non sappiamo se sono sintomatici o asintomatici, oppure debolmente o fortemente positivi. È importante invece che le terapie intensive si siano svuotate: abbiamo numeri a due cifre, a fronte di 4200 persone nelle settimane più calde dell’epidemia.

Non possiamo proprio quindi dire che va tutto male. Ma dobbiamo vigilare, tracciare i contatti, isolare i positivi: meno ansia e più attenzione.

Non trovo corretto terrorizzare le persone, mentre è invece giusto spiegare che occorre rispettare il distanziamento, lavarsi le mani e usare le mascherine, quando serve. Concetti universali e validi: no al terrorismo, sì all’educazione civica e al buonsenso, che ci dice di stare a casa se abbiamo la febbre, e di mettere la mascherina in autobus ma non, ad esempio, in spiaggia o mentre guido l’automobile e sono solo.

Educando su questi aspetti le persone, si potranno ottenere risultati importanti, non solo contro il Covid, ma anche per combattere molte altre malattie infettive, che sono e saranno sempre in agguato.           Matteo Bassetti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Direte che sono disfattista e qualcuno che sono il solito

I venti di guerra agitano le sinistre sindacali. Che tuonano

Con l’innalzamento dei livelli del mare l’acqua salata penetra nell’entroterra

Presso la prefettura di Lecce si è tenuto il convegno

Genova –  In questi giorni di continuo appello alla responsabilità

La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso presentato da

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.