ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Meno tasse sulla busta paga dei lavoratori dipendenti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
salario

Ridurre la tassazione sul lavoro introducendo un trattamento integrativo del reddito e una detrazione dall’imposta lorda, entrambi in favore dei percettori di redditi da lavoro dipendente e di taluni redditi assimilati. Questo in sintesi l’obiettivo del disegno di legge di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 5 febbraio 2020, n. 3, approvato in via definitiva lo scorso 31 marzo dalla Camera dei deputati.

In particolare, l’articolo 1 del provvedimento, presto in Gazzetta Ufficiale, dispone il riconoscimento di una somma a titolo di trattamento integrativo in favore dei percettori di reddito di lavoro dipendente e di taluni redditi assimilati, a condizione che l’imposta lorda dovuta sia superiore all’ammontare della detrazione spettante per lavoro dipendente e assimilati. Il trattamento integrativo viene determinato in funzione dei giorni di lavoro, con riferimento alle prestazioni rese dal secondo semestre dell’anno 2020. I sostituti d’imposta sono chiamati a riconoscere il trattamento integrativo ripartendone l’ammontare sulle retribuzioni erogate, verificandone in sede di conguaglio la spettanza. Il trattamento non spettante potrà essere recuperato dai sostituti d’imposta mediante l’istituto della compensazione. Per effetto delle modifiche apportate al Senato, il trattamento viene riconosciuto dai sostituti d’imposta in via automatica.

L’articolo 2 istituisce una detrazione dall’imposta lorda sul reddito delle persone fisiche, spettante ai titolari di redditi di lavoro dipendente, con esclusione delle pensioni, e ai titolari di specifiche categorie di redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente. L’importo della detrazione è pari a 600 euro in corrispondenza di un reddito complessivo di 28.000 euro e decresce linearmente fino ad azzerarsi al raggiungimento di un livello di reddito pari a 40.000 euro. La detrazione ha carattere temporaneo, in quanto si applica limitatamente alle prestazioni rese nel semestre che va dal 1° luglio al 31 dicembre 2020, in vista di una revisione strutturale del sistema delle detrazioni. Con le modifiche del Senato è stato disposto che l’eventuale recupero della parte di detrazione non spettante sia effettuato dai sostituti di imposta in otto rate (in luogo di quattro) di pari ammontare.

L’articolo 3 dispone l’abrogazione del c.d. bonus 80 euro. Precisa quindi la definizione di reddito complessivo da considerare ai fini della spettanza delle misure di cui agli articoli 1 e 2. L’articolo dispone infine l’istituzione di un nuovo Fondo per esigenze indifferibili connesse a interventi non aventi effetti sull’indebitamento netto della PA. Al fondo viene attribuita una dotazione di 589 milioni di euro per l’anno 2020 rivenienti, in termini di saldo netto da finanziare e di fabbisogno, dai diversi criteri di contabilizzazione delle ritenute operate in relazione al trattamento integrativo e alle detrazioni fiscali. L’articolo 4 reca la quantificazione degli oneri derivanti dal provvedimento.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

ll traghetto “Egnazia”, della compagnia Grimaldi, con 250 persone a

I carabinieri del Comando Provinciale di Roma e gli agenti

L’albero e l’uomo hanno biografie sovrapponibili, sosteneva Gibran: segno che

bellanova

All’aeroporto di Casablanca, consegnato alla leggenda da Humphrey Bogart e

In era Covid cala lo spreco di cibo in Italia

lavoro

Il 61% ha paura di perdere i propri risparmi Dalla

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.