MIAMI MEETS MILANO PRONTA A VOLARE IN AMERICA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
image002

La nuova edizione della mostra internazionale Miami meets Milano è pronta per salpare e giungere sulle coste di Miami Beach. Organizzata da Spoleto Arte, la rassegna avrà luogo all’Hotel Victor (1144 Ocean Drive, Miami Beach, USA) dal 4 all’8 dicembre 2019, nel pieno dell’apertura della fiera artistica più importante del mondo, l’Art Basel.

Presentata dal presidente di Spoleto Arte Salvo Nugnes, la kermesse vanta il contributo di numerose personalità di spicco, tra cui Vittorio Sgarbi, l’artista José Dalì, figlio di Salvador Dalì, il sindaco di Miami Beach, di Roberto Villa (Casa della Fotografia), della giornalista RAI Antonietta Di Vizia, del direttore della Triennale di Fotografia Luigi Gattinara e della curatrice d’arte Nicoletta Rossotti.

Miami meets Milano porterà l’arte italiana all’attenzione di un pubblico multietnico e vivace con un piccolo e prezioso accenno a quella straniera, ma sempre ponendo un particolare riguardo per quel panorama artistico contemporaneo così ricco quanto poco conosciuto. L’accurata selezione di pittori, scultori e fotografi porterà alla realizzazione, oltre che ad un’esposizione fisica e digitale, di un catalogo che verrà pubblicato da Editoriale Giorgio Mondadori.

“Ormai anche negli Stati Uniti – spiega Nugnes – il brand Miami meets Milano è una realtà consolidata e conosciuta per gli amanti dell’arte e non solo, che in questo periodo arrivano a Miami. La rassegna, che sono onorato e fiero di dirigere, ha l’obiettivo di far conoscere al grande pubblico che ospita Miami, l’arte che il nostro Comitato seleziona e intende promuovere”. E grazie anche alla location che ospita la rassegna, Miami meets Milano diventa un punto di richiamo con un rooftop dal quale si può godere di una vista a 360° su Miami, un panorama mozzafiato sul mare e sulla spiaggia.

Tra i 100 artisti che esporranno alla mostra spiccano nomi come: Anna Actis Caporale, Eleonora Bottecchia, Felice Cremesini, Francesco Fazio, Fabrizio Pinzi, Mauro Pavan, Laura Ruggiero; tra gli storicizzati si distinguono invece Afro, Alighiero Boetti, Antonio Canova, Eugenio Carmi, Gino De Dominicis, Marco Lodola, Filippo De Pisis, Renato Guttuso.

La mostra, che aprirà al pubblico alle ore 18.00 (ora locale) del 4 dicembre, sarà visitabile tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00. L’ingresso è gratuito.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Un aereo carico con 34 tonnellate di medicine, presidi medici

“Apprendiamo con sgomento dalle pagine de La Stampa dell’aggravarsi della

FIRENZE – Trenta flashmob, tre per ciascuna provincia toscana, dirette

La Sapienza, storico ateneo romano, si colloca tra le migliori

In un paese normale, se un ministro chiedesse ad un

I militari impegnati nell’operazione ‘Strade sicure’ svolgono un lavoro importante

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.