MILO INFANTE E LA TV DEL BUONGUSTO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
scandurra

Il giornalista cattolico e saggista Maurizio Scandurra plaude al ritorno in onda del neoeletto Vice Direttore di Raidue.

In questo tempo storico di schiamazzi, polemiche e retoriche inutili, finalmente una buona notizia dal mondo dei media: il ritorno in tv di Milo Infante.
Il valente giornalista milanese, classe 1968, volto storico dell’intrattenimento della seconda rete di Stato degli ultimi vent’anni, è nuovamente in onda in diretta alle “Ore 14”: questo il titolo del fortunato programma d’informazione che conduce con il consueto garbo tutti i giorni dal lunedì al venerdì proprio su quella Raidue da cui mancava ormai da troppo tempo.
Un momento di televisione quotidiana in cui in studio vengono approfonditi, grazie all’ausilio di un parterre di ospiti riconosciuti in un format fresco e accattivante, temi d’attualità giornaliera desunti tra quelli di maggiore appeal delle cronache correnti grazie all’ausilio di un insieme di opinionisti vivaci con frequenti collegamenti con il territorio nazionale coinvolto nella narrativa televisiva.
Sin dai tempi de ‘L’Italia sul Due’ in coppia con l’altrettanto brava e indimenticata Monica Leofreddi, il conduttore lombardo si è sempre speso per uno stile stringato e coerente, entrando nelle case degli italiani in punta di piedi, e sempre col sorriso.
Che non è poco. Lasciando spazio alle notizie nella loro reale essenzialità, sulla scia di un dialogo che abbraccia più voci senza bisogno alcuno di ricorrere alla rissa. Allo scontro. Alla sovrapposizione degli interventi.
E proponendo sempre punti di vista interessanti, che inducono anche il pubblico a casa a profonde riflessioni grazie a un taglio moderno impostato costruttivamente sulla pluralità di un coro contemporaneo di efficaci e svariati punti di vista.
C’è bisogno di figure autorevoli, e al contempo rasserenanti, in grado di animare il piccolo schermo con la familiarità di cui, più che mai in questo momento, gli abitanti del Belpaese hanno bisogno. Specialmente gli anziani, i più soli e frastornati innanzi al baccano imperante di una pandemia che sta rubando al mondo porzioni importanti di presente.
Bentornato, Milo Infante. Bentornato, nuovo Vice Direttore di Raidue, già Vice Direttore di Raiuno. Bentornato, Collega autorevole, esemplare, raffinato e capace. Un punto di luce viva in mezzo alle nebbie fitte del presente che attualmente paiono non risparmiare nessuno, informazione inclusa.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“Ogni voto in quest’Aula è un voto contro l’Italia, contro

Con la crisi di governo, lo spettro dell’aumento dell’Iva si

“L’esito del referendum sul taglio dei parlamentari non potrà avere

Trionfo Ferrari con Charles Leclerc a Monza. Il pilota monegasco

Ieri sera è stata data alle fiamme una discarica abusiva

Capacchione (SIB): “I colpevoli ritardi dei Comuni nell’applicazione della nuova

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.