ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Misto:Zalukar, Coronavirus, agire subito per residenze anziani Fvg

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
anzia

Trieste – “La situazione delle case di riposo è diventata esplosiva e va affrontata adeguatamente e subito, non c’è più tempo”.

A dirlo, in una nota, è il consigliere regionale del Gruppo misto Walter Zalukar che fa sapere di aver presentato una interrogazione alla Giunta regionale per sapere se intende dotarsi di un piano operativo in tal senso, per cercare di bloccare un’evoluzione inarrestabile senza adeguate misure di contrasto.

Quanto alle misure da prendere Zalukar ricorda che “già dieci giorni fa erano state indicate delle ragionevoli linee di azione, che però non sono state applicate. Ma ora bisogna agire senza perdere altro tempo”.

“Innanzitutto – spiega il consigliere – occorre stabilire che i nuovi ospiti prima dell’ammissione nelle residenze siano ‘certificati indenni da malattia’ con almeno due tamponi negativi a distanza di più giorni, senza segni-sintomi tipici della malattia da più giorni e privi ragionevolmente di contatti-rischi nel periodo precedente, lungo un arco di tempo adeguato, da definire anche in base alle possibilità della struttura residenziale di mantenere l’ospite neo-accolto in iniziale isolamento”.

“Ovviamente questi criteri devono valere anche per i pazienti dimessi e trasferiti dall’ospedale – sottolinea Zalukar -. Pare quindi necessario individuare strutture allo scopo di effettuare periodi di quarantena per i casi non necessitanti più di cure in ambiente ospedaliero (riducendo quindi permanenze improprie) o impossibili da attuare in regime domiciliare (quindi in fase pre-residenziale)”.

“Ma dopo l’ingresso – insiste l’esponente regionale del Misto -deve essere assicurato anche un sufficiente controllo degli ospiti, per cui il Piano dovrà garantire a tutte le residenze per anziani presenti sul territorio la risposta medica e gli eventuali accertamenti virologici in tempi ragionevoli (inclusa la comunicazione dei risultati), cosa di cui attualmente si sente la mancanza. Così come sembra mancare un’adeguata protezione del personale, che risulta essere un po’ a macchia di leopardo, ma che rappresenta un caposaldo di contrasto all’epidemia, per cui – sottolinea ancora Zalukar – bisogna che le strutture residenziali siano inserite nelle liste di priorità di fornitura dei DPI coordinata a livello centrale, in particolare per le mascherine chirurgiche e FFP2”.

“Da ultimo, ma altrettanto importante per contrastare il diffondersi dell’epidemia nelle case di riposo – avverte il consigliere – vanno introdotte misure economiche volte a favorire la realizzazione di turni di servizio degli operatori (in primis delle Cooperative) presso un’unica struttura o comunque nel numero più basso possibile di strutture”.

“Insieme agli ospedali, le case di riposo e le RSA sembrano essere i più importanti focolai di infezione per cui meritano il massimo impegno di contrasto all’epidemia” – conclude Zalukar ricordando che è ormai assodato che la letalità del virus COVID-19 è marcatamente più alta nella fascia di popolazione over 70 anni e che vi sono circa 12.000 anziani ospiti distribuiti nelle circa 200 strutture residenziali presenti nel territorio regionale -. La protezione della popolazione anziana è un dovere morale e le misure di isolamento sono quelle più efficaci nella mitigazione del virus”. ACON/COM/mpb

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Danilo Toninelli, esponente del Movimento 5 stelle ed ex-ministro delle

“Non ho mai parlato di destra e sinistra perché io

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha appena rassegnato le

Un aumento delle richieste del 30%-50% – Lo racconta ad

papa

“Il mondo non sarà più come prima”.Lo dice Papa Francesco

Come sapete, a più riprese sono intervenuto pubblicamente sul caso

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.