Mobilitati ulteriori 52,5 milioni di euro a sostegno della regione del Sahel

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
africa

L’Unione Europea mobilita altre risorse per sostenere i programmi del Sahel, con un’attenzione particolare al lago Chad che nell’ultimo decennio è passato da essere una delle maggiori riserve di acqua dolce dell’Africa, bagnando ben quattro Stati (Ciad, Camerun, Niger e Nigeria), ad un’area ormai desertificata che non solo toglie sopravvivenza a milioni di persone e animali, ma costringe a migrazioni forzate.

La Commissione Europea ha annunciato che 15 milioni di euro saranno concentrati in Mali, 15 milioni in Niger, 8 milioni in Guinea, 7 milioni in Burkina Faso, 4,25 milioni in Ciad e oltre 3,26 milioni in Senegal.

Oggi in quell’area il Covid è una minaccia in più, e neanche in questo momento di crisi globale dobbiamo abbassare l’attenzione su quell’area.

Yana Ehm
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Le riviste di enigmistica sono un mondo statico, soprattutto la

“E’ assurdo e inaccettabile, in un momento tanto critico, immaginare

Roma  – “Alle famiglie dei due agenti rimasti uccisi ieri 

Cisl Fp Lazio: “Stop alla violenza nei posti di lavoro,

«Inseguire un centro che non c’è porta a fare la

E’ inaccettabile che una trasmissione del servizio pubblico Rai dedicata

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.