ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Mondragone, Cirielli: Vergognoso scaricabarile di De Luca su forze dell’ordine

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
cirielli

“E’ vergognoso che De Luca scarichi sulle Forze dell’ordine le responsabilità di ciò che è avvenuto a Mondragone (Caserta)”. Lo dichiara, in una nota, il Questore della Camera e parlamentare campano di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli: “Il governatore, invece di assumersi la grave colpa di aver sottovalutato la crisi sanitaria nel comune casertano e di aver tollerato, durante il lock down, la libera circolazione di stranieri e Rom in Campania, ha la sfacciataggine di fare lo scaricabarile sui nostri uomini e sulle nostre donne in divisa, autentici eroi della pandemia. Sarebbe bastato pretendere dal Governo nazionale non il lanciafiamme, che in questi mesi ha minacciato di usare solo contro i cittadini campani, ma almeno il rispetto delle ordinanze per tutti e l’invio tempestivo dell’Esercito per riportare all’ordine i Rom e gli stranieri a Mondragone. Fratelli d’Italia, al contrario di De luca, ringrazia le Forze dell’ordine, che sono state esemplari nel fare quanto in loro potere e quanto era possibile nel limite degli ordini ricevuti da questo ridicolo Governo Pd-M5S” conclude Cirielli.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

di Matthew Smith – La povertà, la disuguaglianza e l’isolamento

Il governo regionale dichiara lo stato di crisi regionale e

conte

Il nuovo dpcm, appena firmato dal premier Giuseppe Conte, prevede

PALERMO – “Il Comune di Palermo dica in modo chiaro

“E’ assolutamente impensabile un futuro in cui il Movimento 5

La ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, in accordo con la ministra

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.