ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

MORRA AVEVA RAGIONE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
morra

Sanità in mano ai boss a Reggio Calabria, tredici arresti tra medici e manager
⚡️ Dopo nemmeno 48 ore dal discusso blitz di Nicola Morra nell’Asp di Cosenza, sembra proprio che qualcosa nella sanità calabrese non funzioni a dovere. A dar ragione al presidente della commissione Antimafia è la procura di Reggio Calabria, guidata dal procuratore Giovanni Bombardieri, che ha portato alla luce le infiltrazioni della cosca Piromalli nell’Azienda sanitaria provinciale del capoluogo, già sciolta per infiltrazioni mafiose due anni fa.
👮‍♀️ Una vicenda per la quale sono state arrestate 13 persone tra cui medici e dirigenti dell’Asp, legate alla potente famiglia calabrese, che attraverso due camici bianchi compiacenti – oggi defunti – sono riusciti addirittura ad alterare le procedure per la nomina dell’attuale direttore del distretto Tirrenico dell’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria, Salvatore Barillaro, che è finito ai domiciliari.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

ambulanza

Secondo la Corte di Cassazione sì: l’ambulanza che giunga in

A Milano il viaggio tra i sapori e le tradizioni

Primo intervento di Legambiente, Cai e Pro Loco Marciana Marina

Mentre impazza la pubblicazione delle intercettazioni e delle chat di

“L’arroganza della politica governativa romana e la mancanza di una

Dopo la comparsa di alcuni sintomi Silvio Berlusconi è stato

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.