Nuova distilleria si ispira a Skellig Michael

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
generico

Una distilleria appena aperta si è ispirata all’isola di Skellig Michael, patrimonio UNESCO al largo della costa della contea di Kerry, lungo la Wild Atlantic Way.

Affacciata sulla selvaggia costa atlantica della Contea di Kerry, nella città di Cahersiveen, la distilleria Skellig Six18 prende il nome dal numero di gradini necessari per raggiungere la sommità della leggendaria isola Skellig Miachael, patrimonio UNESCO, che ha fatto da quinta agli episodi di Star Wars “Il risveglio della forza” e “Gli ultimi Jedi”.

I suoi seicento e diciotto ripidi gradini di pietra risalgono al VI secolo e furono scavati nella parete rocciosa da una comunità di monaci per raggiungere il loro monastero, costruito ai confini del mondo.

La Skellig Six18 Distillery è stata creata da un gruppo di persone con profondi legami con Cahersiveen. Ispirati dalla grinta, dalla resistenza e dal muinín (la parola irlandese che descrive una mentalità caratterizzata dalla calma e da una ferma fiducia) sia dei monaci di Skellig Michael sia delle persone di South Kerry, hanno deciso di tornare nel loro luogo di origine e di concretizzare il sogno di aprire una distilleria, dando vita un marchio di eccellenza

Lo Skellig Six18 Gin è un’eccellenza interamente artigianale, fatta a mano e distillata in piccoli lotti nella distilleria con sede a Cahersiveen. La fascia costiera di Skellig è ricca di ingredienti naturali, dal bosco alla costa atlantica. In collaborazione con i foragers (i cercatori di erbe e alghe spontanee) di mare, i foragers di terra, gli chef e i pescatori della zona, è stata messa a punto una selezione di ingredienti botanici del territorio.

E ben dieci sono le botaniche impiegate per produrre lo Skellig Six18 Gin: tra le piante aromatiche figurano Achillea, aghi di abete Douglas e linfa di betulla, che contribuiscono a creare un gin erbaceo, con note di agrumi e pompelmo. La sua complessità, ricca di sapore e di profondità, si abbina magnificamente anche con un’ampia varietà di cibi.

Le visite guidate alla Skellig Six18 Distillery svelano il processo alla base della speciale ricetta, letteralmente radicata nel paesaggio circostante. Nel corso del tour, è possibile, naturalmente, assaporare una degustazione di gin e whiskey, nonché prendersi un momento per godere della bellezza della costa di Skellig, caratterizzata da paesaggi e panorami mozzafiato, dalla montagna al mare.

I visitatori imparano anche tutti i segreti della tradizione legata alla produzione del whiskey irlandese e vengono coinvolti nel racconto degli ambiziosi progetti della distilleria, impegnata nella creazione di una nuova eccellenza: lo Skellig Six18 Single Pot Still Irish Whiskey. E nell’attesa che il nuovo whiskey maturi (minimo tre anni in botte), la distilleria ha acquistato un rarissimo e vecchio whiskey irlandese che continua a maturare in loco e viene finalizzato in botti provenienti da prestigiosi vigneti europei: il 2021 vedrà il lancio di un’esperienza presso la distilleria, legata a un whiskey di livello premium.

La distilleria ha, inoltre, un proprio shop dove sono presenti anche altri prodotti irlandesi di alta qualità legati all’artigianato e alle locali produzioni artistiche. Lo Skellig Six18 Gin può essere ordinato online.

La posizione unica della Skellig Six18 Distillery sul Ring of Kerry, una delle più belle strade panoramiche d’Europa, è anche un ottimo punto di partenza per scoprire le numerose meraviglie della contea di Kerry e del tratto di Wild Atlantic Way che la percorre.

La sede di Skellig Six18 si trova, inoltre, all’interno della Kerry International Dark-Sky Reserve, l’unica Gold Tier Dark Sky Reserve (il grado più alto di cielo notturno senza inquinamento luminoso) presente nell’emisfero settentrionale e una delle tre al mondo.

www.irlanda.com

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

La Calabria è una terra stupenda. E i calabresi sono

«Siamo stati i principali sponsor del governo. perché mai farlo

Il ministro degli Affari regionali e delle Autonomie, Francesco Boccia,

Grande successo di Fratelli d’Italia “Esprimo soddisfazione per l’approvazione in

Il salario minimo è quello definito dai contratti collettivi nazionali

Prorogata fino a domenica 10 novembre 2019 la mostra Donne,

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.