Oggi Giancarlo Siani avrebbe compiuto 60 anni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
70297392_3552273348131839_7155903565154746368_n

La sua vita si spezzò a pochi giorni dal suo compleanno, in quel terribile 23 settembre 1985 quando venne assassinato dalla camorra proprio sotto casa, a Napoli. Ucciso a soli 26 anni perché aveva fatto il suo lavoro, ucciso per il suo coraggio. Lo scorso anno ho partecipato insieme al fratello Paolo a due cerimonie in memoria di Giancarlo Siani a Vico Equense e nella nuova redazione del Mattino, il quotidiano per cui scriveva. Quest’anno lo ricorderemo ancora in una iniziativa lunedì al Pan di Napoli. L’impegno e il sacrificio di Giancarlo Siani – “giornalista, giornalista” – non vanno dimenticati. Va raccontata la sua storia ai più giovani, va trasmesso il ricordo di una persona straordinaria, l’esempio di un cittadino e di un cronista, il simbolo di una battaglia, quella contro la criminalità organizzata, che ci deve vedere tutti uniti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Posso solo dire che il nostro testo c’e’ da settembre

Dopo la magnifica Library of Congress della scorsa settimana, in

“Se uno ha le idee chiare sul Bayer Leverkusen non

Una stalla e l’intero gregge sono stati sequestrati a un

Luigi Di Maio : Credo che per cambiare il Paese

La Cgil è sempre stato un sindacato ideologico, ispirato al

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.