ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

ONDA PRIDE OGGI A GALLIPOLI. ARCIGAY: “DAL NOSTRO CORTEO L’APPELLO ALLO SBARCO IMMEDIATO DI TUTTI I MIGRANTI DELLA OPEN ARMS”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
68699313_2351611441541371_8179206607490514944_n

Bologna – Appuntamento oggi a Gallipoli, nel cuore del Salento, per una nuova tappa dell’Onda Pride, la grande mobilitazione dell’orgoglio organizzata da Arcigay e dalle altre associazioni del movimento lgbti. Il Salento & Puglia Pride partirà alle 17,30 da piazza Giordano Bruno, per poi raggiungere attorno alle 19,30 il Por do Sol, dov’è in programma il beach party dell’arrivo. “Raggiungiamo con il nostro arcobaleno le spiagge – commenta Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay – , le riempiamo di persone e di rivendicazioni, le attraversiamo con le moltitudini che dovrebbero fare arrossire di imbarazzo i deserti dei beach tour del ministro degli Interni. Perché c’è un Paese molto diverso da Salvini, che crede nei diritti e nell’importanze delle battaglie di libertà; persone che oggi scenderanno nella parata salentina per raccontare la propria resistenza, ma anche per festeggiare la sospensione del decreto sicurezza bis per mano del Tar del Lazio. E perciò persone che da queste strade chiedono con forza lo sbarco immediato di tutte le persone migranti soccorse in mezzo al mare. Perché il Pride unisce le lotte, riscatta tutte le oppressioni, combatte tutti i fascismi.”, conclude Piazzoni.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

In relazione a quanto emerso oggi su alcuni organi di

GENOVA – Obbligo di prenotazione di un tavolo, rilevamento della

Sono circa ventimila le famiglie povere, gravemente toccate dall’emergenza Covid,

Siamo ufficialmente gli untori del pianeta. Come e più dei

“I signori ospiti sono invitati ad individuare una nuova e

Il cambio di governo non ferma la sperimentazione del voto

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.