Paesaggi rurali storici: triplo riconoscimento per il Trentino

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Lisignago Valle di Cembra
viti
Foto Giovanni Cavulli. Archivio Ufficio Stampa Pat

Il paesaggio rurale dei “Vigneti terrazzati della Valle di Cembra”, che rappresenta il massimo della “viticoltura eroica”, il “Sistema agricolo terrazzato della Val di Gresta”, esempio di agricoltura sostenibile, e gli “Alti pascoli della Lessinia” fra Trentino e Veneto, che incantano per i paesaggi lunari, fanno ufficialmente parte, da pochi giorni, del Registro nazionale dei paesaggi rurali storici.
“Si tratta di un traguardo importante per il Trentino e un ottimo risultato per le realtà coinvolte – è il commento dell’assessore provinciale all’agricoltura, foreste, caccia e pesca -. Questi diversi paesaggi agricoli rappresentano, ciascuno a suo modo, le peculiarità e le eccellenza del nostro territorio. Nel corso dell’estate – prosegue l’assessore all’agricoltura – avevamo scritto al ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali proprio per sensibilizzare rispetto all’importanza dei paesaggi rurali e montani, ma anche nell’ottica di una loro maggiore valorizzazione e tutela, proprio perché in essi si esprimono la storia, la cultura e le tradizioni tipiche del nostro Trentino”.

L’iscrizione al Registro si è tenuta mercoledì scorso a Roma, presso la sede del Ministero, nell’ambito della riunione dell’Osservatorio Nazionale del Paesaggio Rurale, delle Pratiche Agricole e Conoscenze Tradizionali. Questo il dettaglio delle tre candidature:

Il sistema agricolo terrazzato della Val di Gresta
La Val di Gresta, rinomata oggi per la produzione di ortaggi con metodo biologico, ha come tratto distintivo la straordinaria sintesi di caratteri naturali, particolari condizioni morfologiche, pedologiche, climatiche e ingegno umano, che nei secoli ha favorito lo sviluppo di un paesaggio terrazzato dai lineamenti unici e irripetibili abitato da una comunità rurale solida e coesa.
La candidatura è stata presentata dai Comuni di Mori e Ronzo-Chienis, da Biodistretto Val di Gresta, ProLoco Mori Val di Gresta, Associazione Comitato Mostra Mercato, SAT – Sezione di Ronzo Chienis, Famiglia Cooperativa Ronzo Chienis, Consorzio Ortofrutticolo Val di Gresta, Natur Gresta e dalle aziende agricole Na Val de Gresta, Abete Rosso, Naranch, Ars Naturae.

Il paesaggio rurale dei “Vigneti terrazzati della Valle di Cembra”
La valle di Cembra appare a colpo d’occhio una meravigliosa enclave contenuta dai rilievi montuosi e segnata dalla profonda incisione del fiume Avisio. Sulle ripide pendici si sviluppa una teoria continua di terrazzamenti in porfido rosso, coltivati a vigneto e punteggiati da borghi e case sparse.
La candidatura è stata presentata dal comitato VIVACE e dalla Comunità della Valle di Cembra.

Alti pascoli della Lessinia
Il territorio degli Alti Pascoli della Lessinia, area montana il cui tipico uso del suolo è l’alpeggio estivo, si sviluppa tra le province di Verona, Trento e Vicenza su una superficie di circa diecimila ettari; è caratterizzato da fattori di unicità e storicità, tra i quali le tracce di frequentazione preistorica e storica e il particolare uso della pietra locale.
La candidatura è stata presentata dai Comuni di: S. Anna D’Alfaedo, Erbezzo, Bosco Chiesanuova, Roverè Veronese, Velo Veronse, Selva di progno, Crespadoro, Ala e Avio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

É l’appello che i consiglieri regionali di centrosinistra rivolgono alla

Milano – Il Codacons presenterà un esposto alla Procura di

L’ITALIA E L’ADOZIONE DI BAMBINI: GLI ITALIANI HANNO UN’OPINIONE POSITIVA

Queste e altre domande sono state alla base delle nostre

La Spagna torna a votare oggi alle elezioni generali per

Nato nel 2003 da un’idea del compositore e chitarrista Andrea

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.