ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Pandemia e crisi strutturale delle RSA: l’Osservatorio incalza la Regione Piemonte

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
anziano

Marocco: “servono risposte politiche sul tema dell’assistenza agli anziani”

E’ crisi strutturale per il sistema piemontese delle RSA, le residenze per anziani che dall’inizio della pandemia vivono fasi drammatiche e necessitano di interventi per non essere costrette a chiudere, mettendo in crisi sia migliaia di famiglie degli anziani ricoverati sia migliaia di lavoratori.

Se ne è parlato oggi pomeriggio con toni anche accesi durante la seduta online dell’Osservatorio regionale sulle RSA, il coordinamento istituito lo scorso anno durante la prima fase della pandemia per farsi carico di dare risposte alle segnalazioni in arrivo dai diversi tavoli provinciali, composto da Regione Piemonte, Prefettura di Torino, Città metropolitana di Torino, Ordini dei medici, sindacati, ANCI Piemonte.

“L’assenza della parte politica regionale a questi lavori di coordinamento non è più tollerabile” commenta il vicesindaco di Città metropolitana di Torino Marco Marocco che nell’Osservatorio rappresenta anche tutte le Province piemontesi: “””la struttura tecnica della Regione Piemonte fin da subito ha fatto la sua parte, ma non possiamo più attendere. L’assessore alla sanità della Regione Piemonte Icardi si è presentato una sola volta alle riunioni dell’Osservatorio dimostrando scarsa considerazione per un’emergenza che si va trasformando in vera crisi di sistema. Da mesi abbiamo raccolto e segnalato il grido d’allarme delle RSA che, in assenza dei ristori finora solo annunciati, rischiano la chiusura. La politica regionale ha il dovere di intervenire prima che sia troppo tardi”.

Del problema sociale legato ai servizi agli anziani l’Osservatorio ha a lungo parlato anche oggi: “vogliamo tutti evitare il falimento di questo coordinamento – aggiuge Marocco – e le risposte devono arrivare dalla sanità regionale. Auspico che il presidente della Regione Cirio voglia intervenire direttamente”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

cacciari

Il disastro di Venezia mette al centro del dibattito politico

“Quello che si sta verificando in Toscana con il batterio

Trasporto. Piccinini (M5s): corse dei bus ridotte e troppi disagi,

PINEROLO (TORINO) – Il Museo Civico Etnografico e il Centro

Si è tenuto ieri un nuovo intervento di pulizia nella

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.