ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Paolo Furia: “Non fatevi incantare da Cirio sulla questione migranti”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
migranti

Cirio dice “basta migranti in Piemonte” per motivi di sicurezza e cerca di dare la colpa al Governo se ci sono delle persone da redistribuire.

Non fatevi incantare. Se ci sono dei migranti per strada, in giro per il nostro Paese, bisogna controllare la loro temperatura e metterli in quarantena, per la sicurezza di tutti.

Per farlo occorre che le Istituzioni (Comuni, Governi, Prefetture, Stato, operatori sanitari) e il privato (associazioni, imprese sociali) collaborino.

Se Cirio ha a cuore la sicurezza dei Piemontesi, porti le difficoltà del Piemonte a strutturare percorsi di accoglienza sicuri in Conferenza Stato-Regioni invece che con i comunicati stampa strappa-like.

La Ministra Lamorgese ha dimostrato più concretezza di Salvini nella gestione dei migranti.
Sono sicuro che troverà nel governo e in Conferenza Stato-Regioni il luogo giusto per risolvere i problemi, a meno che non voglia limitarsi a enunciarli per ottenere qualche like in più sui social.

Paolo Furia, Segretario regionale PD Piemonte

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Si terrà dal 2 al 6 marzo la 71esima edizione

VITERBO – Come ogni anno, al di là di qualsiasi

renzi

Secondo Matteo Renzi un eventuale alleanza programmatica tra i due

“Serve subito una legge contro i conflitti di interessi e

Per il 2021 al Comune di Belluno 260mila euro Ammonta

I VINCITORI : GIANNA NANNINI – PREMIO TENCO ALL’ARTISTA; PINO

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.