«Periferie del cambiamento» e «La città degli orti»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
libri

Fondazione Cariplo presenta: «Periferie del cambiamento» e «La città degli orti», edizioni Quodlibet

Fondazione Cariplo annuncia l’uscita di due libri – pubblicati nei primi giorni di novembre – che riflettono sul tema della città e sulle strategie per migliorare il benessere degli abitanti delle aree metropolitane.

Milano  – Da tempo la città è il fulcro di una riflessione ampia, in quanto interrogarsi sulla città significa prendere in considerazione le esigenze delle comunità che ne abitano gli spazi e delle persone che animano queste comunità. Esacerbando fratture sociali preesistenti, l’esperienza della pandemia contribuisce ulteriormente a sottolineare la necessità di porre l’individuo al centro di una rete di solide relazioni, servizi efficienti e reali opportunità, in particolare nelle zone urbane meno favorite. Le due pubblicazioni, «Periferie del cambiamento» e «La città degli orti» – edite da Quodlibet, disponibili in libreria e presso gli store on line – rappresentano la concretizzazione di percorsi intrapresi con l’obiettivo di produrre una conoscenza che possa essere utile ai soggetti coinvolti e a tutte quelle istituzioni che si cimentino in progetti analoghi. Davanti a questioni sistemiche si rivela infatti essenziale generare sinergie attorno a progettualità condivise affinché l’azione di ciascun attore sociale coinvolto risulti più efficace.

Fondazione Cariplo e il Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano (DAStU) collaborano su questi temi all’interno de Lacittàintorno, programma di Fondazione Cariplo che coinvolge gli abitanti dei contesti urbani fragili nella riattivazione e risignificazione degli spazi inutilizzati o in stato di degrado, per migliorare la qualità della vita e creare «nuove geografie» cittadine. Curato dagli urbanisti Francesca Cognetti (Professore Associato PoliMi), Daniela Gambino (architetto, ricercatrice PoliMi) e Jacopo Lareno Faccini (ricercatore PoliMi e socio di Codici Ricerca e Intervento), «Periferie del cambiamento. Traiettorie di rigenerazione tra marginalità e innovazione a Milano» esplora il ruolo delle periferie nella città contemporanea, prendendo avvio da un’esperienza biennale in tre diversi quartieri. Riflettendo sullo strumento dell’indagine territoriale collaborativa, gli autori approfondiscono tre territori paradigmatici – quartiere Adriano, quartiere Corvetto e via Padova, luoghi cardine de Lacittàintorno – per interpretare la complessità della città, i modi di abitarla e le possibili traiettorie di trasformazione.

Testo alternativo
Realizzato a cura dell’architetto Mario Cucchi (Consigliere di Italia Nostra, gestisce il Centro di Forestazione Urbana) e degli urbanisti Daniela Gambino (architetto e ricercatrice PoliMi) e Antonio Longo (coordinatore del Corso di Laurea internazionale in Landscape Architecture presso la scuola AUIC del Politecnico di Milano), «La città degli orti. Coltivare e costruire socialità nei piccoli spazi verdi della grande Milano» è il risultato del progetto di ricerca Orti nella Città Metropolitana, promosso da Italia Nostra in collaborazione con DAStU – Politecnico di Milano, la Scuola Agraria del Parco di Monza, DEMM – Università degli Studi di Milano, sostenuto da Fondazione Cariplo e dallo studio legale Leone – Torrani Associati. Il testo descrive il fenomeno – esteso in particolar modo nelle aree periferiche – degli orti urbani milanesi, trattandone diversi aspetti e in particolare la funzione sociale, paesaggistica e non ultima produttiva. Allargando lo sguardo all’intera città metropolitana, il volume costruisce un inedito database, cui si accompagna un apparato originale di mappe e diagrammi, che può costituire un utile punto di partenza per l’elaborazione di nuove politiche urbane.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“Ormai è chiaro che non ci sarà un giorno in

Poco cinismo e un lampo di Oristanio, i due estremi

Torna l’appuntamento con i laboratori per la valorizzazione dei beni

Teramo -Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha partecipato 

Miss Mamma italiana 2020 è Anastasia Sole, 39enne insegnante di

Con uno stanziamento di 800 mila euro nel prossimo biennio,

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.