Pierre Gasly vince un Gp d’Italia pieno di emozioni e di colpi di scena

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
auto

A Monza arriva la prima vittoria in carriera per il pilota francese 24enne dell’Alpha Tauri davanti alla McLaren di Carlos Sainz e alla Racing Point di Lance Stroll.

Gara amara per Lewis Hamilton, il campione del mondo dopo aver dominato la gara è costretto a chiudere settimo dopo aver scontato 10’’ di penalità per un passaggio ai box con la pit-lane chiusa. Male le Ferrari. Vettel è costretto al ritiro per un problema ai freni, fuori anche Leclerc per un incidente alla parabolica.

Partenza bruciante per Hamilton che mantiene la prima posizione, problemi invece per il compagno alla Mercedes Bottas che si fa superare dalle McLaren di Carlos Sainz e Lando Norris. In difficoltà il finlandese che al terzo giro è sesto, a superarlo anche la Racing Point di Perez e la Renault di Ricciardo. Vola Hamilton, il 6 volte iridato prova la fuga con 2’’8 di vantaggio su Sainz al quinto giro. Problemi ai freni per Vettel, partito dal 17esimo posto, il pilota Ferrari è costretto al ritiro al settimo giro. Lotta per il terzo posto, ora la Racing Point di Perez è a ridosso di Norris. Inizia a ‘martellare’ Hamilton che fa registrare giri veloci distanziando la McLaren di Sainz al 13esimo giro staccato di 7’’3, a 11’’ Norris. Gara anonima per Bottas su Mercedes, lo scandinavo partito secondo deve ora difendere la sesta posizione dagli assalti di Max Verstappen. Al 19esimo giro out anche la Haas di Magnussen, scatta il regime di safety car coi piloti che ne approfittano per effettuare il cambio gomme. Giallo ai box: Hamilton e Giovinazzi sotto investigazione per l’ingresso ai box con la pit-lane chiusa. Penalità di 10 secondi per Giovinazzi.

Al 24esimo giro si riprende. Hamilton è al comando davanti a Stroll, Gasly e Leclerc. Le McLaren di Sainz e Norris sono settima e ottava. Alla parabolica incidente per Leclerc che va a impattare contro il muro di contenimento chiudendo qui la sua gara. Bandiera rossa per rimuovere la vettura. Arriva la sanzione anche per Hamilton, il britannico deve scontare una penalità di 10’’ ai box. Dopo un lungo stop la gara riprende con il race director Masi che decide per un giro dietro la safety car e poi la partenza in griglia. Si ricomincia al 27esimo giro, Hamilton, che deve ancora scontare la penalità, è in testa davanti alla Racing Point di Stroll e all’Alpha Tauri di Pierre Gasly. Hamilton va ai box rientrando ultimo. In testa c’è ora Gasly davanti all’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen e alla McLaren di Carlos Sainz.

“Mi è mancato un giro, peccato”. Sono le parole al team radio dello spagnolo Carlos Sainz in lacrime al traguardo dopo aver chiuso secondo il Gp d’Italia alle spalle di Pierre Gasly.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

E’ questa la convinzione che Roma Capitale ha condiviso con

Raggi, fare il sindaco non è il tuo mestiere. Lo

“Un presidio di solidarietà per il popolo palestinese”. È l’appello

Lotta all’azzardopatia: Roma e Guidonia, comuni a 5 stelle segnano

La comunità del PD mai come oggi ha necessità di

“Credo che l’appello al voto disgiunto sia l’ultimo canto di

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.