PIRONDINI (M5S): QUALCUNO VUOLE CAMBIARE IL DNA DI GENOVA?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
pirondini

Qualcuno sta cercando di modificare il DNA di Genova, città da sempre aperta ai diritti delle minoranze e di tutti i suoi cittadini, città medaglia d’oro al valore militare durante la Resistenza?
E’ quello che si è chiesto oggi Luca Pirondini, capogruppo del MoVimento 5 Stelle a Genova, ricordando al Sindaco Bucci tutti gli episodi preoccupanti che si sono verificati durante questi due anni di consiliatura. Dal mancato patrocinio al Liguria Pride, al consigliere comunale che va a commemorare i morti di Saló con la fascia tricolore, all’assessore che vorrebbe “prendere a calci” chi chiede l’elemosina. Pirondini ha sottolineato il silenzio del Sindaco davanti all’apertura di un fascicolo da parte della Magistratura (a seguito dell’esposto del M5S) sui post inneggianti a Benito Mussolini da parte del Presidente del Municipio di Levante, Federico Carleo. In conclusione Pirondini ha anche parlato del comizio di Casa Pound, esprimendo solidarietà per il giornalista ferito Stefano Origone e condannando ogni forma di violenza, ma ricordando al Sindaco che, pur non potendo impedire il comizo, avrebbe potuto prendere le distanze, mandando un chiaro messaggio politico, da un partito che si dichiara esplicitamente fascista.

“Crediamo che sia necessario – ha concluso Pirondini – ricordarli tutti questi episodi che stanno modificando il DNA di Genova creando un clima di tensione preoccupante che non appartiene alla nostra città. Lo facciamo Sindaco, affinchè lei possa correggere questa tendenza, se davvero vuole essere, come ha dichiarato all’inizio del suo mandato, il Sindaco di tutti.”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

La pronuncia dei giudici di via Flaminia arriva all’indomani del

Da spreco a risorsa. Nel 2019 la merce donata in

In queste settimane le immagini dell’Amazzonia in fiamme hanno fatto

In queste ore un fronte instabile ha raggiunto le regioni

Secondo loro tagliare 345 parlamentari per tornare ai valori di

La mostra sarà aperta daa giovedì 18 luglio a sabato

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.