ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

PITTURA E UMANESIMO TRA PADOVA, VENEZIA E BOLOGNA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
libri

AUTUNNO GUERCINIANO 2020/2021, PRESENTAZIONE DEL LIBRO MARCO ZOPPO INGEGNO SOTTILE

PITTURA E UMANESIMO TRA PADOVA, Venezia e Bologna

Sabato 30 gennaio 2021, ore 17.30

Conferenza streaming

Le variegate assimilazioni stilistiche del pittore Marco Ruggeri detto Lo Zoppo, altro interessante artista nativo di Cento, saranno al centro del prossimo appuntamento inserito nell’ambito del ciclo di incontri “Autunno Guerciniano”, organizzato dal Comune di Cento e Centro Studi Internazionale Il Guercino. Sabato 30 gennaio, alle ore 17.30, verrà infatti presentato il libro “Marco Zoppo ingegno sottile – Pittura e umanesimo tra Padova, Venezia e Bologna“” (BUP Bononia University Press, 2020), che offre un studio approfondito sulla prima fase della carriera di questo artista, nato a Cento intorno al 1432-33 e morto a Venezia nel 1478, particolarmente suggestivo per le numerose e prestigiose influenze confluite nella sua produzione pittorica. Sarà lo stesso autore del volume, lo storico dell’arte Giacomo Alberto Calogero, a presentare la pubblicazione, introdotto da Daniele Benati, docente di storia dell’arte dell’Università di Bologna. Questo studio si concentra soprattutto sulla fase giovanile dell’artista, dai suoi esordi emiliani al decisivo tirocinio svolto a Padova, presso la famosa bottega di Francesco Squarcione. Fu proprio a Padova che Marco venne in contatto con le personalità che diedero un decisivo impulso al Rinascimento padano, Donatello e i suoi allievi da un lato, ma anche la nuova generazione di pittori, capeggiata da Nicolò Pizzolo e Andrea Mantegna. Difficile sottovalutare l’impatto di questa esperienza su Marco, che tuttavia fu altrettanto influenzato dal successivo incontro con la pittura luminosa di Piero della Francesca, conosciuto e intelligentemente assimilato tra Bologna e Ferrara. Il libro tenta proprio di chiarire questa complessa stratificazione di occasioni e di stili, che permisero a Marco di pervenire a una sintesi linguistica originale e altamente significativa, oltre che di mettere a fuoco i plurimi contatti stretti dall’artista coi committenti più in voga e con gli umanisti più raffinati, unanimamente affascinati dall’ingegno sottile di questo brillante artista.

INFORMAZIONI UTILI:

TITOLO:

Autunno Guerciniano 2020-2021 – presentazione del libro “Marco Zoppo ingegno sottile. Pittura e umanesimo tra Padova, Venezia e Bologna”

QUANDO: 30 gennaio 2021, ore 17.30

DOVE: in diretta streaming sulla pagina Facebook del Comune di Cento (www.facebook.com/ComuneCento) e sul sito web www.comune.cento.fe.it

ORGANIZZATO DA: Comune di Cento e Centro Studi Internazionale il Guercino

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

salvini

Matteo Salvini: “C’è un evidente e totale blocco sulle proposte,

IL 5 LUGLIO AL COLLE DEL LYS LA COMMEMORAZIONE DEI

Semplificando potremmo dire che la vittoria al referendum sia un

CORONAVIRUS: PESANTI ACCUSE DELL’ANTITRUST ALLA RACCOLTA FONDI PROMOSSA DA FEDEZ

Il Partito Democratico presenterà un ordine del giorno urgente al

Smantellata un’organizzazione attiva nel traffico di cocaina. Militari del comando

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.