ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Prescrizione, Renzi a Bonafede: “Occhio che vai contro un muro”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
renzi

“Non minaccio il governo, ho solo messo in guardia il ministro Bonafede che non solo ha contro tutti gli avvocati, la stragrande maggioranza di magistrati e commentatori, ma non ha numeri in Parlamento. Occhio che se continui ad andare a tutto fuoco, come si dice a Firenze, senza renderti conto che c’è una curva, vai a sbattere contro un muro”. Così il leader di Iv, Matteo Renzi, ospite de ‘L’aria che tira’ su La7, parlando della prescrizione.

“Chi è che ricatta? – chiede poi Renzi – faccia due più due, a difendere questa legge è rimasto solo Bonafede, dunque chi è che ricatta il governo? Noi o Bonafede che dice o così o succede un ’48? Io sono per il buonsenso, io sto solo dicendo a Bonafede: occhio che non avete i numeri, la difendi, questa legge, per un fatto personale? Ci sono tante leggi che a me non convincono, ma su questa c’è un problema”, che alla base “c’è giustizialismo”.

Sulla prescrizione “non credo cascherà e non voglio che il governo cada, dico che una forza politica che non ha la maggioranza in Parlamento non detta legge contro tutti gli altri. Su questo tema Bonafede deve trovare una soluzione” sottolinea ancora il leader di Italia Viva.

Quanto al Pd, “è a un bivio – osserva – o sceglie la strada del riformismo, del garantismo e del buonsenso o sceglie Bonafede. Io credo che il Pd vince quando sceglie il riformismo e la vittoria di Bonaccini ne è la prova””.

Parlando del premier Giuseppe Conte, Renzi dice che “noi tutti dobbiamo dare una mano, è il presidente del Consiglio di tutti e quando c’è l’Italia in ballo si sta tutti con il presidente del Consiglio”. Su Conte “ho avuto un giudizio molto negativo” quando governava con la Lega, “oggi ha cambiato schema di gioco”.

“Sono sicuro che la legislatura andrà avanti fino a 2023 – aggiunge poi incalzato dai giornalisti in studio – Credo che il governo andrà avanti fino al 2023, per il governo faccio il tifo. Penso, mi auguro e spero sia il primo ad avere tutto l’interesse a sminare questa situazione” e “io darò una mano perché Conte sia un buon premier”.

Poi le elezioni in Puglia. La ‘pasionaria’ Teresa Bellanova candidata governatrice di Italia Viva nelle prossime regionali in Puglia? “Lo scopriremo vivendo…” risponde Renzi con un sorriso.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Confartigianato e Artigiancassa scendono in campo per sostenere la ricerca

Roma  – I finanzieri del Comando Provinciale di Perugia hanno

In questi ultimi giorni, in Commissione Lavori pubblici, Infrastrutture e

“Adesso è ufficiale: Monza ospiterà il Gran Premio d’Italia di

Wolfgang Schäuble. Discuteremo dei principali temi di attualità europea e

In arrivo nuovi fondi per le associazioni sportive dilettantistiche lombarde

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.