Processo Expo, i giudici: “Sala firmò i verbali per evitare ritardi”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
sala

Sono state rese note le motivazioni della sentenza con le quali il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, è stato condannato a sei mesi convertiti in una pena pecuniaria di 45mila euro con l’attenuante dell’aver “agito per motivi di particolare valore morale o sociale”.
Le motivazioni

Secondo i giudici, Sala ha sottoscritto i due verbali “consapevole delle illecite retrodatazioni” ma con “l’obiettivo (…) di evitare che la questione della paventata incompatibilità dei due” componenti della commissione di gara per la Piastra potesse comportare il “rischio di ulteriori ritardi nell’espletamento della procedura” e quindi dell’apertura di Expo. Non è “emersa alcuna volontà di avvantaggiare taluno dei concorrenti alla gara o danneggiarne altri, ma solo quella di assicurare la realizzazione in tempo utile delle infrastrutture” necessarie per l’Esposizione Universale. Il reato contestato a novembre andrà in prescrizione.
Expo 2015, Giuseppe Sala condannato a 6 mesi di reclusione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“Una polpetta avvelenata che rischia di mandare in tilt i

“È ormai evidente che tra il ‘Capitano’ Salvini e il

Oggi si parla tanto di benessere e di come condurre

All’indomani del voto umbro, e mentre si accende la crisi

Roma – La crisi che ha coinvolto le auto diesel

Cgil, Cisl, Uil, non si approfitti di emergenza Covid-19 Cgil,

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.