Progetto planetario: richiesto un parere al Comitato provinciale per i beni culturali

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
render-da-Sardagna_imagefullwide

Su iniziativa dell’assessore Mirko Bisesti, il Comitato Provinciale per i Beni culturali sarà chiamato ad esprimere un parere in merito al progetto che prevede la realizzazione di un planetario a servizio del Muse, da collocare nel prato delle Albere, nelle adiacenze del museo e dello storico palazzo rinascimentale trentino, dimora dei principi vescovi. Come riportato dalla stampa, il progetto in questi giorni è al centro di un vivace dibattito, così come la destinazione culturale dello stesso Palazzo delle Albere, già sede del Mart. L’assessore alla Cultura Mirko Bisesti, secondo quanto previsto dalla normativa, ha ritenuto di coinvolgere, nelle prospettive del più ampio e approfondito confronto, il massimo organo consultivo a supporto della Giunta provinciale in tema di beni culturali, per acquisire un parere qualificato che tenga conto di tutte le istanze sottese e delle sensibilità emerse. Costituito da esperti di elevata competenza provenienti sia dal mondo accademico sia professionale, il Comitato, di recente nomina, ha il compito di esprimersi in relazione ad interventi di particolare rilevanza culturale, nonché riguardo ad atti di indirizzo per le funzioni di tutela, conservazione e valorizzazione. Ai membri sarà chiesto di valutare la compatibilità o meno fra i valori storico-culturali di cui è portatore il Palazzo delle Albere e il progetto del Planetario H2O, concepito come struttura temporanea di sviluppo delle attività scientifiche ed educative del Muse.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Astensione degli avvocati penalisti: la Camera Penale di Milano illustrerà

Lo rileva uno studio, pubblicato su Multiple Sclerosis and Related

ll traghetto “Egnazia”, della compagnia Grimaldi, con 250 persone a

Il Ministero dei Beni Culturali ha destinato 180 milioni di

‘MARCHE IN MOVIMENTO CON LO SPORT DI CLASSE, MONITORAGGIO’, PRESENTATI

Bambini e genitori saranno i personaggi del celebre videogame. Collodi

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.