Protezione civile. Risoluzione Lega per ripresa attività addestrative unità cinofile

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
animali

Il gruppo della Lega chiede la ripartenza delle attività addestrative per le unità cinofile adibite alla ricerca di persone disperse in superficie

Il gruppo della Lega chiede la ripresa delle attività addestrative delle unità cinofile.

In una risoluzione a prima firma Maura Catellani, si dà conto dell’importanza delle Unità cinofile da soccorso (Ucs) e di come la protezione civile della Regione abbia elaborato un percorso di abilitazione ad hoc. Per garantire tali standard, poi, il regolamento stilato prevede annualmente delle prove per le Ucs al fine di garantire un servizio sempre più efficace attraverso un’elevata e assodata capacità operativa.

I consiglieri della Lega informano poi di come l’Agenzia per la sicurezza territoriale, ottemperando alle norme anti covid che vietano grandi assembramenti, con un avviso sul proprio sito ha comunicato l’annullamento della prova abilitativa dello scorso settembre.

Stante la prossima finestra fissata per le prove abilitative nella primavera del prossimo anno, l’Agenzia ha prorogato l’operatività per le unità cinofile fino al maggio 2021. Nonostante questa deroga, i consiglieri leghisti sottolineano l’importanza per il personale di soccorso (e soprattutto per le unità cinofile) di poter svolgere attività formative in presenza anche alla luce delle previsioni del ministero dell’Interno che, con specifici documenti relativi alle Ucs, prevede queste attività in quanto “svolgendosi all’aperto ed essendo capillarmente descritte nelle modalità e nei comportamenti atti ad evitare il rischio di diffusone e contagio da virus Sars Cov-2 , nella volontà e negli intenti del Ministero dell’Interno non avrebbero motivo di essere sospese”.

In ragione di questa situazione, i consiglieri della Lega chiedono un impegno specifico da parte della Giunta per far sì che le unità cinofile di soccorso “possano immediatamente riprendere – nel rispetto delle disposizioni di cui alle “Procedure operative per il mantenimento delle unità cinofile” – le proprie attività atte al mantenimento del necessario allenamento e addestramento finalizzato alla ricerca di persone disperse in superficie ed alla ricerca di persone travolte da macerie”.

(Luca Boccaletti)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Milano –  Un grande risultato: raccolte già 5.408 firme a

“Lo sconcerto per lo scandalo che sta travolgendo il Consiglio

Parchi giochi e attrezzature per la riqualificazione di spazi periferici,

corrao

Lungo intervento su Facebook dell’eurodeputato del Movimento 5 Stelle, Ignazio

Effetto Covid sui prezzi nel 2020 in Italia con un

Le forze di maggioranza giallorossa tentano di trovare un accordo

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.