ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Pullara: Che fine hanno fatto i 40 mln per la riconversione anti-covid delle aziende siciliane

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
covid

“Sono trascorsi oltre 6 mesi e siamo quasi alla fine dell’anno ma ancora nessuna traccia del fondo da 40 milioni di euro, previsti dalla legge finanziaria, per la riconversione anti-covid delle aziende siciliane. Fatto gravissimo per il tessuto economico imprenditoriale e produttivo”
Lo sostiene il deputato regionale l’On. Carmelo Pullara.
“Molti imprenditori-dichiara Pullara- sono sfiduciati e sul piede di guerra, la legge che hanno visto approvare a maggio dello scorso anno pare si sia trasformata in carta straccia. Il governo in cui hanno creduto, ad oggi, non è riuscito a dare quella risposta diventata un obbligo di legge.
La norma-spiega Pullara-crea un fondo, in capo all’Irfis, di 40 milioni di euro, risorse da destinare a fondo perduto alle aziende che nel pieno della pandemia da Covid invece di chiudere e mettere in cassa integrazione i dipendenti hanno riconvertito le linee per la produzione di dispositivi di sicurezza e protezione.
Ebbene questi DPI ,nella prima fase della pandemia sono stati messi a disposizione della protezione civile regionale e del sistema sanitario. L’Assessore regionale all’economia Gaetano Armao aveva annunciato che i fondi sarebbe stati resi disponibile entro il 31 dicembre. Non vorremmo che le variazioni di bilancio in fase di discussione e possibile approvazione possano trasformarsi a discapito della legge finanziaria approvata dal parlamento nella tela di Penelope dei giorni nostri.
Va salvaguardato, – conclude Pullara- a tutti i costi, il debole tessuto economico siciliano, e la politica ne ha la responsabilità”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

stazione

“Gli enormi sacrifici che gli italiani hanno accettato di compiere

cybercecurety

E’ quanto riportato dal rapporto del Clusit: “Si tratta di

giachetti

Un progetto comune, a lungo termine (obiettivo il 2023) come

Via ai voucher per la banda ultralarga. Da oggi  –

Le dichiarazioni odierne del distruttore del centrosinistra nazionale di volere

UN TASSELLO IMPORTANTISSIMO DI UNA LOTTA CHE DEVE CONTINUARE. Il

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.