Putin: il popolo sovietico ha salvato il mondo dal nazismo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
russia

Dal palco della Piazza Rossa il presidente russo ha sottolineato il contributo dell’Armata rossa nel corso del secondo conflitto mondiale.

Il popolo sovietico, negli anni della guerra, ha liberato i Paesi europei dalla dominazione nazista, mettendo fine alla terribile tragedia dell’Olocausto ed è difficile prevedere cosa sarebbe successo nel mondo se a difenderlo non fosse intervenuta l’armata rossa.

A sostenerlo, nel suo discorso odierno tenuto dal palco della Piazza Rossa a margine della Parata della Vittoria, è stato il presidente russo Vladimir Putin:

“Al fronte e nelle retrovie, nei reparti partigiani sottotraccia hanno combattuto e si sono impegnati secondo le leggi del coraggio e dell’unità. Difendendo la propria terra hanno continuato a lottare. Hanno liberato i Paesi dell’Europa dagli occupanti e hanno posto fine alla mostruosa tragedia dell’Olocausto, hanno salvato il popolo tedesco dal nazismo e dalla sua ideologica portatrice di morte. Non possiamo neanche immaginare cosa sarebbe successo nel mondo se non ci fosse stata l’Armata rossa a difenderlo”, ha detto Putin.

Nel corso del suo intervento il presidente russo ha sottolineato inoltre l’importanza dell’unitarietà di intenti tra i Paesi per salvaguardare il mondo da possibili, pericolose minacce quali nuovi virus e pandemie.

Quest’oggi a Mosca si è tenuta la Parata per il 75° anniversario della Vittoria nella Grande guerra patriottica contro le forze nazifasciste.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Con il centrodestra quasi al sessanta percento nella stessa Umbria

Via libera della giunta regionale a mezzo milione di euro

Fusa dalla ‘Pontificia Fonderia Marinelli’ di Agnone, sarà inaugurata il

Il vice presidente del Consiglio ha depositato una mozione con

TORINO – In Piemonte, da venerdì 3 luglio, si riaprono

Mentre si fa sempre più serrata la trattativa tra M5S

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.