Quando ho scoperto di avere questo male ho perso anche interesse per il calcio

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
77177142_2447004082178963_7355771680750305280_o

Ho avuto moltissima paura: è stato un momento molto difficile, ma adesso è tutto superato e sono felice di poterne parlare pubblicamente.
Credo sia importante farlo perché quello che è successo a me, purtroppo, può capitare a chiunque e in qualsiasi momento e può avere terribili conseguenze.
Quando ti capita qualcosa di simile apprezzi molto di più tutto quello che hai.
Ogni cosa assume un significato diverso e tutto viene visto da differenti angolature.
Ora sono felice e completamente guarito, ma ho imparato che nella vita ci sono cose più importanti del calcio, come la famiglia e la salute.”

Un tumore alla prostata nel 2004 ha rischiato di compromettere la straordinaria carriera di Arjen Robben. La sua caparbietà, l’amore per il calcio e per i suoi cari hanno avuto la meglio e gli hanno permesso di superare il male e di affermarsi come uno dei maggiori talenti del calcio mondiale.
Grazie, Arjen, a te e a tutti quelli che lottano ogni giorno o hanno lottato contro la malattia.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

DALLE 17.00, IN ZONA DARSENA POP UP, IL RITROVO PER

Lunedì 27 maggio scatta l’8^ edizione della MOVE Week: una

“Oltre il 90% delle risorse aggiuntive sarà destinato alla promozione

Prendere il necessario e partire, seguire la strada, cambiare itinerario

Aumenta di 9 volte (+900%) la quantità di grano importata

La Regione Veneto ha emanato un bando che mette in

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.