ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Recovery: le linee guida del piano strategico sulla proprietà industriale

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Doc-Fin-acquisto-cessioni-aziendali-team

Il Ministro Giancarlo Giorgetti ha illustrato oggi le linee guida del piano strategico nazionale sulla proprietà industriale per il triennio 2021-2023

Elaborato dal Ministero dello Sviluppo economico, nel corso di un tavolo a cui hanno partecipato il Vice Ministro, Gilberto Pichetto Fratin, e i rappresentanti delle confederazioni imprenditoriali. L’obiettivo del Piano è quello di promuovere la cultura dell’innovazione e degli strumenti di tutela e valorizzazione della proprietà industriale.

“Un moderno sistema di protezione della proprietà industriale rappresenta – ha dichiarato il Ministro Giorgetti – un elemento centrale nella definizione di una strategia di sviluppo e di politica industriale che mira a favorire la crescita economica del Paese. Per questo motivo il Mise e il Governo hanno deciso di inserire questa importante riforma nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che punta sugli investimenti in conoscenza e tecnologie innovative”.

La consultazione partirà oggi dopo che sul sito del Mise e di Uibm verranno pubblicate le Linee di intervento strategiche sulla proprietà industriale per il triennio 2021-2023. Il documento in consultazione tiene conto, inoltre, di quanto indicato dalla Commissione europea nel “Piano di azione sulla proprietà intellettuale per sostenere la ripresa e la resilienza dell’UE”, individuando alcuni macro-obiettivi sulla proprietà industriale:

-migliorare l’accessibilità al sistema di protezione
-incentivare l’uso e la diffusione, in particolare da parte delle PMI
-facilitare l’accesso ai brevetti e la loro conoscenza
-garantire un rispetto rigoroso della normativa per contrastare la contraffazione e la pirateria
-rafforzare il ruolo dell’Italia nei consessi europei ed internazionali.

In uno scenario in cui tecnologia e conoscenza sono divenuti fattori essenziali per la competitività e la crescita, i diritti di proprietà industriale rivestono un ruolo cruciale poiché consentono di proteggere le idee, le opere e i processi frutto dell’innovazione, assicurando un vantaggio competitivo a beneficio alle imprese. Tutelare e valorizzare l’innovazione sono le linee di intervento strategico che devono accompagnare la promozione del Made in Italy, in modo da consentire alle eccellenze del nostro sistema produttivo di conquistare nuovi mercati continuando ad investire sul futuro. Durante il periodo della consultazione, fino al 31 maggio 2021, i soggetti interessati e gli stakeholders potranno inviare osservazioni e commenti o presentare elementi per arricchire il Piano strategico, scrivendo all’indirizzo email: [email protected]

Fonte: Mise

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“Anche in questo caso Nino Di Matteo dimostra di avere

Legalità significa anche più benessere collettivo e sviluppo del Paese.

“Andrebbe diagnostica la nuova malattia del Governo: la bulimia da

“Stanziati 350mila euro per la manutenzione dell’Urbinate, una strada molto

ruffini

Chiamatelo come vi pare, ma una cosa è certa, l’Italia

“Elisa non aveva ancora 3 anni quando mi sono accorta

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.