REDDITO DI CITTADINANZA, CODACONS: DATI INPS CONFERMANO FLOP DELLA MISURA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
reddito

NON HA RISOLTO NODO POVERTA’ NE’ AUMENTATO I CONSUMI. E IL 98% DI CHI PERCEPISCE IL REDDITO NON TROVA LAVORO

Il reddito di cittadinanza si è rivelato un flop assoluto, e a confermarlo sono gli stessi dati ufficiali forniti oggi dall’Inps. Lo afferma il Codacons, commentando i numeri secondo cui il sussidio è stato erogato fino ad ora a 1,04 milioni di famiglie.

“Il reddito di cittadinanza da un lato non ha contribuito in alcun modo a far riprendere i consumi, che secondo l’Istat restano al palo nel nostro paese, dall’altro non ha aiutato i cittadini a trovare lavoro – spiega il presidente Carlo Rienzi – Il 98% di chi percepisce il sussidio non ha trovato occupazione, mentre resta allarmante il numero di cittadini in situazione di indigenza.

Anche sul fronte della povertà, infatti, il reddito di cittadinanza non ha realizzato alcun miracolo: nel nostro paese resta ancora a livelli altissimi il rischio povertà ed esclusione sociale, che riguarda ben 16,4 milioni di individui, il 27,3% della popolazione, secondo gli ultimi dati Eurostat.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

E’ stata la Regione Piemonte ad ospitare la 60a riunione

E’ allarme nelle Rsa lombarde dove molti anziani si sono

Misure drastiche contro la pandemia di Coronavirus in Spagna. Il

Un percorso che è stato orientato, fin dall’inizio della legislatura,

Nell’Europarlamento Silvio Berlusconi andrà anche “per difendere gli animali e

Si è insediato oggi a Palazzo Lombardia il primo Tavolo

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.