Referendum, Rita Dalla Chiesa: “Basta buttare tutto in politica, è voto di coscienza”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
dallachiesa

“Non ho ancora deciso. Da un lato verrebbe voglia di tagliare tante teste inutili, dall’altra però siamo in democrazia che è ancora un valore per me. Devo leggere bene e vedere che dietro non ci sia qualche imbroglio, qualche inganno. Non è una decisione facile, voglio approfondire ancora, confrontarmi ancora. Questo non è un referendum politico, non deve esserlo. Questo referendum è un voto di coscienza”. Rita Dalla Chiesa parla con l’Adnkronos del voto cui gli italiani sono chiamati il 20 e 21 settembre per dire sì o no al taglio di 345 parlamentari (115 senatori e 230 deputati) modificando gli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione. Un referendum confermativo per il quale non è previsto il quorum.

“Si sta facendo di questo referendum un problema politico – dice la conduttrice – ma io credo che sia un altro il tema. E siccome purtroppo, anche giovedì sera da Paolo Del Debbio (puntata di ‘Dritto e Rovescio’ su Rete4) ho sentito dire che chi porta la mascherina è di sinistra e chi non la porta è di destra, credo che ci sia oramai la tendenza a buttare in politica qualunque cosa, persino la mascherina. Una follia. Sia il referendum che la mascherina sono cose importanti, quest’ultima per la salute. E penso che ci si debba fermare a pensare senza farsi guidare soltanto dalla politica. Si deve scegliere secondo la propria coscienza, secondo la propria testa”, scandisce Dalla Chiesa, spronando a scegliere al di là di quello che dice il partito per il quale magari in genere si vota.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Due preti armeni sono stati uccisi in un agguato a

Anche ieri, ad Altessano, tantissimi cittadini mi hanno chiesto cosa

Ritorna in Sicilia, dopo l’ultima edizione svoltasi a Verona nel

“Per capire una certa sinistra basta seguire Maurizio Landini. Nel

Regione, in Sicilia sempre meno rifiuti in discarica: ridotta di

Diciamo le cose come stanno: io sono d’accordo con il

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.