REGIONE SICILIA: GALATI MAMERTINO, CONSOLIDAMENTO PER LA ZONA DEL CASTELLO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
frana-620x400

MESSINA – Risale al 2012 la frana che si registrò sul costone di roccia sottostante il castello di Galati Mamertino, nel Messinese. I grossi massi che si staccarono dalla parete furono bloccati da alcune reti posizionate in precedenza e che impedirono un disastroso impatto su alcune abitazioni e sulla strada sottostante attraverso la quale si accede al paese dei Nebrodi. La situazione di pericolo, nonostante siano passati sette anni, permane ma adesso si potrà procedere con un intervento di consolidamento che scongiuri ulteriori cedimenti.
L’Ufficio contro il dissesto idrogeologico, guidato dal presidente della Regione Nello Musumeci e diretto da Maurizio Croce, ha affidato i lavori alla Mico di Mussomeli che se li è aggiudicati per un importo di oltre 780mila euro.
In questi anni, anche dopo quel primo crollo si è ripetuta più volte una caduta di massi, anche di grosse dimensioni. L’intero versante, ormai, va considerato ad alto rischio e le opere di messa in sicurezza per garantire l’incolumità dei cittadini non possono più attendere.
Già a inizio estate, dunque, una squadra di rocciatori dovrebbe cominciare a ispezionare palmo a palmo la parete per individuare le zone di maggiore instabilità che richiederanno azioni di disgaggio, di frantumazione e di sigillatura delle lesioni. Si procederà, poi, con la collocazione di reti metalliche e di una nuova rete paramassi a completamento di quella già esistente. E’, inoltre, prevista la realizzazione di drenaggi per limitare l’impatto delle acque piovane, responsabili dei fenomeni di dissesto.

Fabio De Pasquale

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Giornata cruciale per la Brexit. Riunito per la prima volta

A  Viareggio si è aperto il Campionato della Serie A

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, è intervenuto a

Roma – “Con una sentenza, emessa oggi, il Tribunale di

Matteo Renzi suggerisce al governo italiano di fare come in

Il Banchiere e scrittore, nel ruolo di presidente fondatore dell’Istituzione

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.