ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Ricordate quando #Pfizer aveva aumentato del 60% il prezzo dei suoi #vaccini?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
vaccin

Bene, era solo l’inizio

L’azienda farmaceutica considera “normale” un aumento futuro del 900% per ogni dose (da 19 a 175 dollari) una volta terminata l’emergenza.
Per il direttore finanziario di Pfizer infatti il passaggio da pandemia ad endemia (cioè quando il Covid diventerà una malattia comune che sappiamo trattare, come ad esempio il morbillo) rappresenta «un’opportunità significativa per il nostro vaccino dal punto di vista della domanda, dal punto di vista dei prezzi».

Solo quest’anno Pfizer prevede ricavi per 15 miliardi e 4 miliardi di guadagni netti. Quindi, in poche parole, solo l’emergenza sta impedendo una speculazione ancora più infima sulla nostra pelle. Questo accade quando si affida un bene comune ed essenziale per la salute pubblica come il vaccino ai privati. Vi sembra normale? Vi sembra giusto? A me per nulla.

Non smetteremo mai di ripeterlo: il bene collettivo viene prima dell’interesse privato. Sospendere i #brevetti sui vaccini è solo il primo, benché fondamentale, passo. La sanità e la salute di tutte e tutti noi deve essere in mano al pubblico. L’alternativa è il dominio del mercato, del profitto. E lo vediamo ogni giorno cosa significa.

#CèChiDiceNo #SIpuoFare #SinistraItaliana #VaccinoBeneComune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

para

Sara Andres Barrio è una fuoriclasse. Insegnante, atleta paraolimpica, allenatrice,

#fareperCatanzaro lancia per Catanzaro, con il suo capogruppo Sergio Costanzo,

Nasce lo sportello per le vittime dei reati, all’interno del

ARTICOLO TRATTO DA IMOLAOGGI.IT Il giornalista cattolico Maurizio Scandurra mette

Si è svolto  il tavolo ministeriale su Arcelor – Mittal

meloni

De Carlo: “Nessuna tolleranza per chi insulta le donne” Non

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.