RIGENERAZIONE URBANA E PERIFERIE: GOVERNO E PARLAMENTO LAVORANO ALLA RIQUALIFICAZIONE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
mura-lucca-verde

e grandi città sono piene di aree industriali, capannoni e edifici dismessi, in più o meno avanzato stato di degrado. Invece di consumare aree agricole e verdi è indispensabile il recupero funzionale di questi settori. Il Governo ne è estremamente consapevole e a breve sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale un bando da 850 milioni di euro per le proposte di rigenerazione urbana e recupero delle periferie. Ma sul tema sta lavorando anche il parlamento. In particolare, la Commissione Lavori pubblici, Trasporti e Infrastrutture del Senato, di cui sono presidente, ha approvato il parere confluito nella risoluzione sulla proposta di linee guida per il Recovery plan, che il governo si impegna a recepire e a portare a Bruxelles, con raccomandazioni specifiche sulla qualità dell’abitare. Chiediamo che si intervenga per rigenerare gli ambiti urbani degradati in un’ottica di innovazione e sostenibilità verde, privilegiando la riqualificazione di aree e immobili pubblici e privati il miglioramento dell’accessibilità e della sicurezza dei luoghi urbani, l’incremento della qualità ambientale e della resilienza ai cambiamenti climatici. Purtroppo durante il boom economico, e spesso anche sino a tempi recenti, la mancanza di una pianificazione oculata abbinata ad una speculazione edilizia galoppante ha condotto ad uno sviluppo incontrollato che ha cannibalizzato intere periferie e talora anche centri cittadini. Sono nate periferie monster dominate da colate di cemento e senza un progetto urbanistico alla base. Spesso sono questi interventi i responsabili dell’attivazione di calamità naturali (alluvioni, frane, smottamenti, ecc.). Molti quartieri satelliti delle grandi metropoli sono interessati da degrado e dal degrado spesso nasce violenza e criminalità. Si tratta dunque di progetti di riqualificazione fondamentali anche dal punto di vista della tenuta sociale delle nostre città. Una pianificazione urbanistica oculata è alla base di una vita di qualità ed è questo quello a cui aspiriamo e per cui lottiamo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Nel 2008 l’economia mondiale fu travolta dalla crisi dei mutui

Viaggiatori Air Italy allo sbando: il numero di telefono che

Bambini e genitori saranno i personaggi del celebre videogame. Collodi

In controtendenza con l’andamento generale, vola la produzione alimentare che

Molti neo genitori che notano delle protuberanze rossastre sulla pelle

“Il ministro Grillo continua a giocare a scaricabarile con il

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.