Roccasicura, la Madonna di Vallisbona

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
69897773_2526560107572291_4540721308882698240_n

Il Santuario della Madonna di Vallisbona di Roccasicura è una chiesa collocata in un contesto arboreo meraviglioso, quello della Riserva Mab Collemeluccio-Montedimezzo. La chiesa è piccola, ma la fede è grande e coinvolgente. Questa mattina il simulacro della Madonna è stato spostato dall’interno e portato sul piazzale antistante la chiesa, dove è stata celebrata la Santissima Eucarestia. È stata la volta, poi, della processione, che ha percorso un breve tragitto, al temine del quale il simulacro della Madonna è stato ricollocato al suo posto.
Ai riti religiosi ha partecipato il presidente della Regione Molise, Donato Toma, unitamente al sindaco di Roccasicura, Fabio Milano, ai sindaci dei Comuni del circondario e al presidente dell’Anci Molise, Pompilio Sciulli.
Accompagnato dal sindaco di Roccasicura e da alcuni esponenti dell’Amministrazione comunale, Toma ha visitato il borgo antico. Stradine che si inerpicano fino alla parte più alta del paese, da cui è possibile vedere panorami mozzafiato.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Diffidate dei giudizi affrettati. Evitate le litanie di pletore di

La sacrosanta crociata contro la plastica segna un importante successo:

Lunedì 2 settembre si svolgeranno le celebrazioni del 75° anniversario

Tragedia di Vittoria, il Nursind: “Vicini alle famiglie e all’infermiere

Non c’è nessun merito da parte del PD nel porre

“Auspichiamo che la Regione Basilicata avvii al più presto le

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.